Pescara, non hanno soldi per curarsi. Ecco il report del Poliambulatorio Allegrino

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

3863

PESCARA. «La povertà aumenta e non vediamo miglioramenti».

Parla così Antonella Allegrino del poliambulatorio medico Domenico Allegrino di Pescara che da quattro anni offre assistenza sanitaria gratuita a famiglie o singoli in difficoltà economiche. Ed è proprio lei a registrare un aumento considerevole dei cosiddetti nuovi poveri: disoccupati, spesso con lauree e curriculum importanti, nuclei familiari “normali” monoreddito che non possono permettersi spese mediche essenziali per sé e per i propri figli, anziani con pensioni minime, stranieri che vivono situazioni di marginalità e persone psichicamente provate.

Ed i numeri parlano chiaro. Secondo un report tracciato dal poliambulatorio sempre più persone con difficoltà ad arrivare a fine mese si rivolgono alla struttura medica in cerca di assistenza di ogni genere da quella cardiologica a quella oculistica e dentistica.

«Questo esercito di nuovi poveri», sottolinea Antonella Allegrino, «aumenta a ritmo vertiginoso, il 25 % solo negli anni 2009/2010, stando alle statistiche. Gli interventi sono lievitati in maniera superiore, quest’anno a Pescara, per famiglie italiane al punto da superare il numero di quelli diretti agli stranieri. Il 30% dei nostri assistiti sono extracomunitari mentre il 70% sono italiani». Da giugno 2010 a giugno 2011, secondo i dati, il centro avrebbe erogato 2.018 prestazioni con una media crescente di circa 1.200 l’anno.

Le più richieste sono i servizi di odontoiatria (dal febbraio 2010 è stato attivato un servizio di protesi dentiarie che ad oggi ha permesso di realizzare circa 100 protesi per persone in difficoltà che avrebbero dovuto rivolgersi alla Asl pagando 700 euro). Ma tra le più richieste ci sono anche visite dermatologiche (136), oculistiche (124), malattie infettive( 83), ginecologiche (70), ortopediche (38), cardiologiche (36), otorinolaringoiatriche (22), ecografiche, nefrologiche, holter pressori, neurologiche, pediatriche, urologiche,chirurgiche.

Il centro offre attività di assistenza e, dall’ottobre 2011 al giugno 2012, anche di prevenzione per ipertensione, malattie dermatologiche, ecografia neonatale grazie ai 30 medici che offrono gratuitamente la loro professionalità, coprendo 20 tipi di visite mediche: cardiologia, ginecologia, nefrologia, oculistica, odontoiatria, ortopedia, otorinolaringoiatria, pediatria, reumatologia, geriatria, pneumatologia, malattie infettive e interne, chirurgia, odontostomatologia, urologia, dermatologia, neurologia, si effettuano inoltre audiometria, holter pressori, ecografie e protesi dentarie. Inoltre, da febbraio 2011 il poliambulatorio dispensa anche farmaci da banco, sotto prescrizione medica e con la collaborazione di alcune farmacie, come antinfluenzali, antipiretici, colliri, antimicotici, antistaminici.

Ma chi sono i destinatari del servizio? Persone in difficoltà, immigrati, lavoratori che arrancano con uno stipendio e che non hanno l’esenzione ticket ma anche persone esenti da ticket purchè rientrino in fasce di reddito basse(ad esempio famiglie con due componenti che percepiscono un reddito annuo lordo da 11.400 a 16.000 euro o famiglie da quattro persone che hanno un reddito da 12.500 a 20.000 euro).

08/09/2011 10.13