Psicologa:«tradimenti aumentano con la crisi economica»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2879

ROMA. «Con la crisi economica e la precarieta' lavorativa aumentano i tradimenti».

Lo sostiene Paola Vinciguerra, psicologa, psicoterapeuta, Presidente dell'Eurodap Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico.

«Le terapie di coppia in seguito ad un tradimento sono sempre piu' richieste - afferma la Vinciguerra - Tradimento maturato, nell'80% dei casi, in un contesto molto particolare che si sta vivendo in modo generalizzato. In un momento come questo, segnato da gravi disagi economici e lavorativi, la famiglia si ritrova costretta in poco tempo a fare delle rinunce, a cambiare stile di vita. Arrivano allora tensione, stress e di conseguenza la ricerca dell'evasione».

«Sono piu' spesso gli uomini a sentire in modo particolare il peso di questo momento di crisi - spiega - Sono loro a cadere in un stato di prostazione psicologica e la famiglia comincia ad essere vissuta come un peso. Entrano in uno stato di ansia e depressione e per evadere da tutto questo facile e' la ricerca di momenti di leggerezza che cancellino, anche per poco, il peso di una periodo di pensieri e preoccupazioni. Il tradimento e' la via d'uscita dal senso di oppressione, di fallimento, di pesantezza, di monotonia, e' la ricerca di un nuovo stimolo, facile e veloce ma molto pericoloso». «Nei nostri studi si presentano uomini e donne, oltre i 40 anni, sposati e non, nella maggior parte dei casi con uno o due figli - continua la Vinciguerra anche responsabile dell'UIAP, Unita' Italiana Attacchi di Panico presso la Clinica Paideia di Roma - Chiedono l'aiuto allo psicoterapeuta per cercare di superare un tradimento da parte di uno dei partner. A seconda dei casi la terapia puo' essere di coppia o individuale. La terapia non e' semplice perche' non e' facile superare un tradimento; l'idea di potersi fidare del proprio compagno deve essere ricostruita. E questo puo' essere possibile solo dopo aver compreso ed accettato il suo comportamento come espressione di un disagio e non come un rifiuto della nostra persona. Chi riesce a fare questo non solo recuperera' il suo rapporto di coppia ma lo rinforzera' e la complicita' tra i partner a questo punto sara' profondissima».

«Fondamentale pero' e' riuscire a non cadere in comportamenti apparentemente risolutivi di un disagio, ma che nella realta' sono distruttivi e pericolosi - dice la psicoterapeuta - Oggi, piu' che mai, con le gravi difficolta' che fanno parte del nostro quotidiano e' importante tenere unita e salda la propria famiglia. In questo momento di grave destabilizzazione sociale, che nostro malgrado ci sta investendo, non dobbiamo rischiare di distruggere i nostri punti fermi. Non cerchiamo soluzioni superficiali, abbiamo bisogno di stabilita'. Solo cosi' potremmo trovare le energie necessarie per poter affrontare e risolvere l'ondata che ci sta travolgendo».

 10/05/2011 14.05