SALUTE

La felicità smarrita dei giovani di Vasto

Una indagine del Centro di salute mentale fornisce alcuni sputi di riflessione

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

262

VASTO DI NOTTE

           


VASTO. Non hanno grande autostima di se stessi, ma non per questo si sentono dei disadattati, ma in fondo non vuol dire vivere felici: è il ritratto degli adolescenti del Vastese che ci consegna un'indagine conoscitiva condotta dal Centro di salute mentale di Vasto per misurare il livello dello stato di benessere in adolescenza e l'eventuale presenza di problemi di adattamento.

  Al questionario hanno risposto, da dicembre a marzo scorsi, 470 studenti delle classi quarte di tutti gli istituti di istruzione superiore di Vasto su possibili cause di malessere e disagio come: insoddisfazione corporea, ansia, depressione, conflitti interpersonali, incertezza per il futuro, abuso di sostanze, problematiche familiari e rischio psicosociale.

  L'immagine che emerge è quella «di adolescenti che non vivono particolari disagi, ma manifestano livelli di autostima e benessere significativamente bassi.

Decisamente alta la percentuale di ragazzi che hanno dichiarato di non accusare problemi particolari rispetto alle tematiche poste dal questionario, ma ciò nonostante è inferiore al 50% la quota di adolescenti che vive una condizione di reale benessere ed esprime un discreto livello di autostima».

  Gli psicologi Giovanni Colonna e Anna Nanni che hanno condotto lo studio spiegano che «abbiamo ottenuto un risultato ambivalente, sicuramente ci conforta il fatto che la stragrande maggioranza dei giovani non manifesti segni di disagio, che, però, non vuol dire vivere felice. Non c'è alcuna consequenzialità diretta tra l'assenza di disagio e un vissuto di autostima».

  Il questionario era strutturato in 81 affermazioni, relative ad atteggiamenti e comportamenti più o meno comuni, che i ragazzi dovevano valutare esprimendo un'opinione secondo lo schema «l'affermazione è falsa, parzialmente falsa, vera, abbastanza vera».

Qualche esempio: sono soddisfatto del mio aspetto fisico, molte persone mi irritano, mi sento triste e malinconico, mi fido del mio giudizio, ho un'opinione molto positiva di me stesso, le persone dicono che manco di fiducia in me stesso, non ho nessuna potenzialità o talento, non mi sento capace come la maggior parte delle persone.