Miopia scoperto il gene. «Entro dieci anni la pillola che la fa sparire»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3810

LONDRA.  Addio fastidiose lenti o occhiali da vista.

 

Tra meno di 10 anni potrebbe essere disponibile un nuovo collirio o farmaco in grado di prevenire e curare la miopia, bloccando la crescita distorta del bulbo oculare. Un gruppo internazionale di ricercatori ha scoperto le varianti genetiche responsabili della condizione.

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista 'Nature Genetics'. La miopia e' un fenomeno relativamente nuovo ma in forte crescita. L'aumento del processo di urbanizzazione e la crescita dei livelli di istruzione sta provocando una vera e propria 'epidemia' in alcune parti del mondo. Circa un terzo delle persone in Gran Bretagna e' miope, e in Estremo Oriente e' un problema ancora piu' grande. In Giappone due terzi degli adolescenti sono gia' miopi e a Singapore, l'80 per cento dei 18enni maschi reclute dell'esercito sono miopi, contro il 25 per cento di 30 anni fa.

 Ora questo nuovo studio, che ha coinvolto migliaia di persone in tutto il mondo, ha cercato di individuare i geni associati con la miopia. Ebbene, i ricercatori hanno trovato una serie di variazioni del gene 'RasGRF1', che e' associato con la crescita degli occhi, che sembrano fortemente legati alla miopia, sia nel prevenirla sia nella cura. I ricercatori ora sperano di poter identificare esattamente come influenzano la crescita dell'occhio e quindi sviluppare una terapia efficace. In questo modo gli scienziati dovrebbero essere in grado di prevenire la distorsione del bulbo oculare e di curare il disturbo.

«Non e' abbastanza per la fine degli occhiali, ma chiaramente la speranza e' che (un giorno) saremo in grado di bloccare i percorsi di genetica che causano la miopia», ha detto Christopher Hammond del King's College di Londra, uno degli autori dello studio. «Sara' una sfida - ha concluso - e prima di almeno 10 anni prima non ci sara' nessun trattamento».

13/09/2010 14.14