Consumo di droga tra i giovani, nasce il progetto Edu.care

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

3926

L’AQUILA. Otto persone su mille fanno uso di droga. Tra questi la maggior parte sono giovani, in molti casi giovanissimi, tanto che un ragazzo su quattro in età 15-19 anni ha fatto uso di qualche “sostanza” nell’ultimo anno.

Per prevenire il consumo di droga tra i giovani è nato il progetto Edu.care, rivolto ai genitori di figli di 8-12 anni e a giovani adulti non ancora genitori.

Il progetto prevede una serie di dieci incontri formativi che si svolgeranno presso la sede dell’Istituto comprensivo “G.Rodari” in via Salaria Antica est 27/C dell’Aquila, a partire dal 18 febbraio fino al 29 aprile 2011, dalle ore 16.00 alle 19.00.

Gli incontri formativi, gratuiti e opportunamente certificati, saranno curati dai professionisti dell’Acudipa (Associazione Italiana Cura dipendenze Patologiche), responsabili dell’Unità Operativa della provincia dell’Aquila

Edu.care è un progetto promosso e finanziato dal dipartimento Politiche antidroga della presidenza del Consiglio dei Ministri, in stretta collaborazione con Unodc - Ufficio Droghe e Crimine dell’ONU, che fa seguito ad un precedente Programma di Sostegno alle Famiglie SFP (Support Family Programme) gestito dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.

Sono diversi gli obiettivi dell’iniziativa, che coinvolge anche l’Abruzzo: la prevenzione precoce del

consumo di droghe tra i giovani di età compresa tra 13 e 18 anni; gli interventi sui fattori che favoriscono l’uso potenziale di “sostanze” da parte dei bambini “a rischio” in età compresa tra 8 e 12 anni; la formazione di genitori, adolescenti, educatori, ed insegnanti;

Il progetto si rivolge quindi ai genitori di pre-adolescenti e adolescenti, agli insegnanti e alle altre figure di riferimento che operano con i ragazzi e le ragazze più giovani, nelle scuole, nelle associazioni, negli oratori, nelle comunità terapeutiche.

Non è un percorso che dice “come fare”, che offre le ‘ricette’ contro la droga, ma che punta sulla vera risorsa: il genitore stesso. Ai genitori si propone di fornire un aiuto specialistico mirato alle loro necessità e le conoscenze adeguate per prevenire e individuare l’utilizzo di sostanze stupefacenti da parte dei loro figli.

Edu.care offre una vera e propria formazione breve, opportunamente certificata, volta a creare le

competenze per identificare ed interpretare i segnali che si rivelano nei comportamenti dei ragazzi.

Genitori ed insegnanti sono coinvolti insieme nel progetto educativo, che intende facilitare il dialogo tra la scuola ed il nucleo familiare, dialogo inteso come ulteriore continuità dell’azione formativa della Scuola, volto ad assicurare e rafforzare una visione educativa condivisa.

I genitori di ragazzi tra 8-12 anni che intendono ricevere ulteriori informazioni o partecipare al progetto possono contattare direttamente la coordinatrice Acudipa dell’Unità Operativa locale Paola Gigliozzi: email aristotele2006@libero.it.

08/02/11 11.05