Sesso: farlo in gravidanza non mette in pericolo il bambino

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

3726

OTTAWA. Alla gravidanza non deve corrispondere necessariamente l'astinenza.

Le donne incinte possono fare tranquillamente sesso senza preoccuparsi del loro bambino. Ad assicurarlo e' uno studio canadese e americano pubblicato sulla rivista 'Canadian Medical Association Journal', secondo cui non ci sono prove scientifiche che fare l'amore regolarmente causi complicazioni o un parto prematuro. I risultati della ricerca contraddicono la diffusa convinzione che un rapporto sessuale faccia male al bambino. Gli scienziati sono invece convinti che il sesso durante la gravidanza debba essere considerata una cosa normale. E non ci sarebbero controindicazioni neanche per le ultime settimane di gestazione. Quindi nessun rischio di partorire prematuramente, di coauguli di sangue e di infezioni. Secondo i ricercatori, solo coloro che aspettano due o tre gemelli dovrebbero astenersi per precauzione, ma anche in questi casi non ci sono prove scientifiche che dimostrino un rischio maggiore. Per arrivare a queste conclusioni sono stati esaminati diversi studi precedenti sull'argomento. Una ricerca, ad esempio, ha confrontato la gravidanza e il parto di 11mila donne, meta' della quali attiva sessualmente, e non sono state riscontrate differenze tra i due gruppi. Un altro studio ha invece preso in esame le donne che hanno avuto almeno una volta un parto prematuro, e anche in questo caso non e' stato trovato alcun legame con il sesso. '"Il sesso in gravidanza e' normale", ha commentato Clair Jones, medico del dipartimento di Ostetricia al Mount Sinai Hospital di New York, "i pazienti con gravidanze a basso rischio dovrebbero stare tranquilli".

01/02/2011 18.29