Tumore al seno: «e' piu' pericoloso se colpisce una fumatrice»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

3603

Filadefia.  Essere una fumatrice o anche un'ex-fumatrice aumenta significativamente il rischio di morire per un tumore al seno.

Lo ha rilevato un gruppo di ricercatori della University of California, San Francisco, in uno studio presentato alla nona conferenza annuale 'Frontiers in Cancer Prevention Research Conference' dell'American Association for Cancer Research in corso a Filadelfia. "Abbiamo trovato che le donne fumatrici o che hanno una storia di fumo avevano un tasso del 39% piu' alto di morire di cancro al seno, anche dopo che abbiamo preso in considerazione una vasta gamma di fattori prognostici noti, compresi i fattori clinici, socio-economici e comportamentali" ha spiegato Dejana Braithwaite, epidemiologa della University of California. Fino ad oggi il fumo e' stato associato al cancro ai polmoni e ad altri tipi di tumore, ma non e' stato mai chiarito il suo ruolo nelle pazienti affette da cancro al seno. "In particolare, non e' chiaro se il fumo aumenta il rischio di morte a causa della progressione del cancro al seno o se vi sia un'associazione tra il fumo e l'aspettativa di vita dopo la diagnosi del cancro al seno" ha detto Braithwaite. Per questo i ricercatori hanno deciso di arruolare 2.265 donne di origine diversa con una diagnosi di carcinoma mammario tra il 1997 e il 2000. Le donne sono state seguite per una media di nove anni. Nel corso dello studio sono stati registrati 164 decessi per cancro al seno e 120 decessi non provocati dal tumore. Ebbene, dall'analisi dei dati e' emerso che le donne che avevano una storia di fumo o che erano fumatrici hanno avuto il doppio del rischio di morire per cancro alla mammella rispetto invece alle donne che non avevano mai fumato. Nello studio sono stati inoltre considerati altri fattori - l'indice di massa corporea, il tipo di tumore, lo stato menopausale - e nessuno di questi e' risultato rilevante ai fini dell'analisi. "L'implicazione di questa ricerca - ha concluso Braithwaite - e' che e' importante per i medici migliorare gli sforzi per aiutare i pazienti a smettere di fumare, soprattutto le donne con una diagnosi di cancro al seno".

 

09/11/2010 15.32