Difficoltà di separazione e crescita dei figli, l'importanza del mediatore familiare

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

3206

LANCIANO. Giovedì 21, in occasione della Giornata Nazionale della Mediazione Familiare anche a Lanciano, in piazza Plebiscito dalle ore 10 alle 19, sarà allestito un gazebo con la presenza di mediatori A.I.Me.F.

 

 

I professionisti sono disponibili ad offrire delucidazioni sull’importanza della mediazione familiare. Verrà, inoltre, distribuito materiale informativo divulgativo, al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’efficacia della Mediazione Familiare, sia come strumento qualificato ad affrontare le problematiche della coppia in crisi che sta decidendo di separarsi, sia come intervento di prevenzione a tutela di una sana ed equilibrata crescita dei figli.

 La data del 21 ottobre prossimo coincide con “l’International Conflict Resolution Day” proclamato dall’ACR (Association for Conflict Resolution), e dal World Mediation Forum. L’ACR che ha sede negli Stati Uniti, dal 2005 dedica il terzo giovedì del mese di ottobre di ogni anno alla divulgazione della mediazione, quale strada alternativa per la risoluzione dei conflitti.

Con slogan coniato per la giornata informativa della mediazione : ”Quando il dialogo diventa difficile…c’è chi ti può aiutare:il mediatore familiare”, i soci dell’A.I.Me.F. nelle persone delle dottoresse Marianna Allegrino e Ilaria Napoleone e dell’avvocato Francesco Teodori, quest’ultimo anche in qualità di presidente dell’Associazione SE.RA. - Senza Rancore - Centro Studi Conflitti Familiari (sede affiliata) che collabora anch’essa all’evento, ribadiranno a coloro che vivono in prima persona le difficoltà che una separazione comporta, i due punti fondamentali nella mediazione familiare: il primo, ricominciare a dialogare; il secondo, cercare soluzioni efficaci per gestire in modo civile il destino dei figli nella separazione.

Nei momenti più caldi della separazione, i bambini, pur essendo colpiti fortemente da quanto sta accadendo intorno a loro, riuscirebbero a superare meglio il cambiamento se i genitori non li travolgessero nella loro conflittualità.

Con la mediazione familiare si valorizzano e si recuperano le risorse del gruppo familiare che favoriscono la continuità dei legami parentali; le decisioni vengono prese dopo una valutazione dei bisogni dei genitori e dei figli, affinché gli adulti possano prendere decisioni sostenibili per tutti e, quindi, durevoli.

20/10/2010 9.52