Tokio e Chieti insieme nella cura del tumore al fegato

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

3738

CHIETI. E’ un ponte aperto verso il Giappone la convenzione stipulata tra la Facoltà di Medicina di Chieti e la Kitasato University di Tokio.

L’intesa consentirà a studenti, specializzandi e docenti di trascorrere periodi di lavoro nella prestigiosa Università giapponese. Un primo risultato dell’accordo sarà la lectio magistralis sullo «Sviluppo della chirurgia epatica negli ultimi 30 anni» tenuta dal professor Masatoshi Makuuchi di Tokio, uno dei massimi esperti nella cura dei tumori del fegato.

L’appuntamento è per domani, martedì 22 novembre, alle ore 15 presso l’Auditorium del Rettorato dell’Università di Chieti. Il convegno sui tumori al fegato (dal titolo «Chirurgia epatica ed epatocarcinoma: nuove prospettive») è stato organizzato dal professor Paolo Innocenti, direttore della Scuola di Specializzazione in Chirurgia e dell’unità operativa complessa di Patologia Chirurgica dell’Ospedale teatino. Nell’occasione sarà presentata l’attività del Centro Multidisciplinare che opera nel Policlinico di Chieti.

Il professor Makuuchi è noto in tutto il mondo per aver eseguito nel 1993 il primo trapianto di fegato utilizzando una parte di fegato da un donatore vivente (da figlio a padre). In tal modo ha reso possibile l’aumento del numero dei trapianti di fegato altrimenti limitato dalla scarsezza di organi da trapiantare. Gli si deve inoltre l’utilizzo dell’ecografia (da lui definita il terzo occhio del chirurgo) durante l’intervento per guidare con più precisione l’asportazione del tumore del fegato. La sua esperienza nella chirurgia epatica è enorme: negli ultimi anni ha eseguito più di mille interventi per tumore su fegato cirrotico senza complicazioni o mortalità.

Al Convegno parteciperanno numerosi esperti di differenti discipline tra cui il prof. Guido Torzilli di Milano che ha lavorato per tre anni con il professor Makuuchi a Tokio, il dottor Guido Liddo di Chieti il quale è da cinque anni in Francia per i trapianti di fegato. Nutrita la partecipazione dei radiologi (prof. Cotroneo, dott.ssa Basilico e dott.ssa Filippone). Presenti anche il professor Eligio Pizzigallo, direttore della Clinica di Malattie Infettive di Chieti, e il professor Stefano Iacobelli, direttore della Clinica Oncologica del “SS. Annunziata”.

21/11/2011 13:59