RIFIUTI

E’ divorzio tra Comune di Montesilvano e Tradeco

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

907

E’ divorzio tra Comune di Montesilvano e Tradeco

MONTESILVANO. «Abbiamo avviato il procedimento che potrebbe portare alla risoluzione del contratto con la Tradeco». Lo annuncia il sindaco di Montesilvano, Francesco Maragno, che spiega: «Dal nostro insediamento ad oggi, i nostri uffici tecnici hanno sanzionato la ditta che si occupa della gestione dei rifiuti in città. Ma a quanto pare nemmeno i ripetuti richiami messi in atto hanno sortito gli effetti desiderati. Abbiamo quindi valutato insieme ai tecnici di avviare il procedimento».

Le sanzioni elevate ammontano a circa 90.000 euro. Le prime, per un totale di 19.000 euro, risalgono al 12 febbraio 2015 e riguardano il ritardo nel collocamento sul territorio di cestoni multiscomparto e quelli nei pagamenti degli stipendi ai dipendenti della ditta. Il 18 febbraio è stata elevata una sanzione di 10.000 euro per i ritardi nella fornitura delle utenze commerciali dei materiali per la raccolta porta a porta. All'8 settembre ne risale una di 5.000 euro per aver eseguito il servizio raccolta in maniera ridotta. Il 30 settembre è stata elevata una sanzione per il mancato adempimento di un'ordinanza sindacale relativa alla rimozione dei rifiuti nella zona retrostante l'area cimiteriale e in quella del Comando del Corpo Forestale dello Stato, per un totale di 10.000 euro. Le inadempienze, sui cui si concentra la comunicazione di avvio del procedimento, riguardano in particolare la incompleta effettuazione della campagna di informazione e comunicazione, prevista nel contratto, che ha prodotto un mancato incremento della raccolta differenziata, per il quale sono state elevate 5 sanzioni per un totale di oltre 40.000 euro, l'ultima delle quali risale al 14 dicembre. A queste si aggiungono le inadempienze rispetto al contratto di lavoro con riferimento ai ripetuti ritardi di pagamento degli stipendi ai dipendenti, con conseguente annuncio di stati di agitazione da parte delle sigle sindacali. Ultima in ordine di tempo una comunicazione da parte dei sindacati relativa alla mancata erogazione della tredicesima.

«Una città come Montesilvano, con quasi 54.000 abitanti, numero che incrementa notevolmente nel periodo estivo, non può permettersi un servizio di raccolta rifiuti superficiale. Le inadeguatezze della gestione posta in essere fino ad oggi sono purtroppo sotto gli occhi di tutti. Insieme al dirigente di settore abbiamo ritenuto doveroso avviare il procedimento. Ora - conclude Maragno - attenderemo le osservazioni da parte della ditta, che dovranno pervenire entro 20 giorni. Sulla base delle documentazioni che la Tradeco vorrà presentare, valuteremo come procedere per consegnare a Montesilvano un servizio efficace ed efficiente, adeguato agli standard di raccolta differenziata previsti peraltro dalla legge».