Elettrodomestici, pc e televisori: nel 2010 gli abruzzesi ne hanno buttati 2 milioni di chili

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1288

ABRUZZO. Nel 2010 nella regione Abruzzo sono stati raccolti 2 milioni 693 mila 699 kg di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche circa il 24% in più rispetto ai 2.159.260 kg raccolti nel 2009.

ABRUZZO. Nel 2010 nella regione Abruzzo sono stati raccolti 2 milioni 693 mila 699 kg di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche circa il 24% in più rispetto ai 2.159.260 kg raccolti nel 2009.

La media pro-capite si attesta a 2,01 kg per abitante e pertanto risulta la metà della media nazionale.

Il dato emerge dal dossier 2010 che è stato presentanto, questa mattina, a Pescara, nel corso di una conferenza stampa tenuta dall'assessore all'Ambiente, Mauro Di Dalmazio, e dal direttore generale del Centro di Coordinamento Raee, Fabrizio Longoni.

«L'Abruzzo sta recuperando terreno ma si tratta di un risultato ancora al di sotto degli obiettivi prefissati (4 Kg per abitante) per questo, - ha affermato l'assessore - occorre un maggior impegno da parte di tutti: cittadini, istituzioni, operatori pubblici e privati del settore. In questi ultimi anni è, comunque, cresciuta un'attenzione sul tema da parte degli Enti locali - ha proseguito Di Dalmazio - infatti, i Centri di Raccolta sono passati dai 14 del 2009 ai 24 del 2010. La Regione, inoltre, è impegnata nella realizzazione di una "Rete regionale dei Centri di Raccolta" nell'ambito di una collaborazione con il Consorzio Nazionale Imballaggi (CONAI), per garantire una migliore gestione degli imballaggi e dei rifiuti di imballaggio ed incentivare il riciclo degli stessi».

Lo stesso assessore Di Dalmazio ha indicato tre linee di azione per incrementare la raccolta: una maggiore sensibilizzazione dei cittadini-consumatori sulla necessità del conferimnto di tali rifiuti e sui vantaggi per la collettività, un efficientamento del sistema impiantistico attravreso una diffusione ancora più capillare dei centri di raccolta ed il potenziamanto di una politica di accordi con il sistema della Grande Distribuzione e con le associazioni di categoria per favorire sinergie e forme di cooperazione nella raccolta di questa particolare tipologia di rifiuto.

TERAMO LA PROVINCIA PIU' VIRTUOSA

Nonostante il forte incremento del numero dei centri di racolta, non è cresciuta di molto la percentuale di popolazione servita con 78,9% (nel 2009 si attestava infatti a 77%).

Tra le province, Teramo incrementa molto la raccolta rispetto all'anno precedente ed arriva ad essere la prima per quantitativi raccolti seguita rispettivamente da Chieti, L'Aquila e Pescara.

Gran parte dei rifiuti elettronici raccolti nella Regione appartengono ai raggruppamenti R1 (frigoriferi e condizionatori) e R3 (tv e monitor) che insieme totalizzano oltre il 70% dei quantitativi ritirati dai sistemi collettivi.

Seguono i grandi elettrodomestici (R2 pari al 16,36% del totale), i piccoli elettrodomestici (R4, 11,27%) e le sorgenti luminose (R5 0,13%).

La ripartizione dei rifiuti tra i 5 Raggruppamenti presenta alcune differenze rispetto alla situazione nazionale a partire dal Raggruppamento maggiormente raccolto nella provincia, rappresentato dalle apparecchiature refrigeranti (R1), pari al 41,94% della raccolta totale con 354.440 kg ritirati.

Segue il Raggruppamento R3 con il 34,02% (287.510 kg). Lieve differenza, invece, tra i Raggruppamenti R4 ed R2, a cui appartengono 104.580 kg di Raee (12,37%) e 96.640 kg (11,44%). Infine, con 1.940 kg di sorgenti luminose il Raggruppamento R5 è pari allo 0,23%. Nel 2010 raddoppiano i Centri di Raccolta nella provincia dell'Aquila, che dai 3 del 2009 passano a 6, all'interno dei quali sono stati effettuati 150 ritiri. Migliorata anche la raccolta complessiva pari a 426.130 kg di Raee totali, che però è ancora insufficiente se tradotta in termini pro-capite: 1,38 kg per abitante della Provincia. La percentuale della popolazione servita è del 68,01%, vale a dire 210.722 abitanti su una popolazione residente di 309.834.

15/06/2011 13.56