Giuliano Grossi resta difensore civico, Consiglio di Stato sospende decisione Tar

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2492

ABRUZZO. Al momento Grossi resta in carica. Udienza di merito ad ottobre.

La V Sezione del Consiglio di Stato ha accolto martedì pomeriggio l'istanza di sospensione presentata dall'avvocato Giuliano Grossi. L'istanza era stata presentata a seguito della sentenza con la quale il Tar Abruzzo il 25 febbraio scorso aveva affermato l'illegittimità della sua nomina a Difensore Civico Regionale a causa di due fattori.

Primo: la tardiva convocazione del Consiglio regionale, rispetto ai tempi giusti per procedere alla sostituzione di Sisti. Infatti il difensore civico uscente era stato nominato il 5 ottobre del 2004, con una durata dell’incarico di 5 anni, che poteva essere tacitamente rinnovato se non veniva revocato entro 20 giorni prima della scadenza.

Cioè il Consiglio doveva essere convocato almeno entro il 15 settembre e non il 17, come avvenuto fuori tempo massimo. Il secondo errore è stata la mancata comunicazione ai capigruppo del curriculum dei singoli candidati, per consentire una valutazione comparativa. Invece era stato comunicato solo un elenco riepilogativo e a nulla era servito il tentativo del Presidente Nazario Pagano di sanare l’irregolarità durante il dibattito in aula.

La votazione non fu affatto semplice.

Alla fine non ci fu la maggioranza dei 2/3 richiesta nei primi tre scrutini, né arrivarono i 23 voti necessari nel quarto voto, ma la nomina passò solo con la maggioranza dei presenti e cioè 22 voti.

Alla decisione del Tribunale amministrativo, che aveva così accolto l'istanza di Nicola Sisti, insediandolo di fatto come difensore Civico Regionale, è seguita l'opposizione dell'avvocato Grossi, assistito dagli avvocati Gaetano Scoca e Roberto Colagrande, che ha ora ottenuto la sospensione degli effetti della sentenza del Tar e resta, dunque, in carica.

«Il Consiglio di Stato ha fissato l'udienza di merito per il prossimo 21 ottobre» fa sapere l'avvocato Giuliano Grossi, soddisfatto della decisione.

«Un termine insolitamente breve – aggiunge il Difensore Civico Regionale – che mi fa ritenere che il Consiglio si sia già fatta una idea circa l’esito, che presumo favorevole, nel merito della questione».

26/05/2011 8.49