? Sanità, Uil in piazza: «serve confronto su riorganizzazione»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1189

?  Sanità, Uil in piazza: «serve confronto su riorganizzazione»
PESCARA. Chiesto dal sindaco un confronto sulla riorganizzazione del servizio sanitario.

Si è svolta ieri mattina sotto la sede dell’assessorato alla Sanità a Pescara la manifestazione regionale della Uil per chiedere l’apertura del confronto tra la Giunta Regionale e le parti sociali sulla riforma complessiva del servizio sanitario regionale.

Alla manifestazione hanno preso numerosi lavoratori e pensionati, i quali, anche attraverso striscioni, hanno invitato la giunta Chiodi a fare chiarezza su «obiettivi, investimenti e tempi».

«Il riordino dei conti della Sanità - ha sottolineato il segretario regionale della Uil, Roberto Campo - è fondamentale, ma non esaurisce il tema della riforma del settore».

Per Campo, la Regione deve avere un ruolo politico e non solo tecnico: «Bisogna riempire il vuoto che si è creato con la mancanza di un assessore alla Sanità ed il prevalere delle funzioni commissariali su quelle politiche».

Riguardo alla riorganizzazione del Servizio sanitario, la Uil chiede, fra le altre cose, di poter condividere un programma con tappe definite per la costruzione sul territorio dell'alternativa all'uso improprio dell'ospedale e la realizzazione dell'integrazione socio-sanitaria; che la Regione mantenga l'impegno preso con gli Enti d'Ambito Sociale per la copertura dei Piani di Zona 2011-2013; che favorisca l'unione dei Comuni, soprattutto di quelli piccoli, in vista delle modifiche di assetto dovute alla riforma del federalismo. In tarda mattinata, una delegazione della Uil incontrerà il presidente del Consiglio regionale, Nazario Pagano. «Chiederemo a Pagano - ha detto Campo - di darci una mano a convincere il governo regionale ad aprire il confronto».

E al termine della manifestazione, una delegazione è stata ricevuta presso il Consiglio Regionale proprio dal presidente Pagano che ha dichiarato che avrebbe riferito anche per iscritto al presidente della Giunta Regionale nonché Commissario alla Sanità Gianni Chiodi.

Sempre Pagano ha affermato di ritenere valido l’approccio della Uil, che sostiene la necessità della riforma e del riordino dei conti della sanità, ma chiede di poter conoscere e condividere un progetto di riorganizzazione del servizio che non si limiti ai tagli, ma preveda anche un programma di investimenti per costruire un nuovo sistema sanitario, con il paziente al centro e il potenziamento delle strutture territoriali quale alternativa all’uso improprio e non sostenibile dell’ospedale.

05/05/2011 9.33