Ex Lsu delle scuole, oggi sciopero generale.

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3456

ABRUZZO. Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltrasporti Uil, hanno proclamato una prima giornata di sciopero delle lavoratrici e lavoratori occupati negli appalti di servizi nelle scuole.

 In Abruzzo sono coinvolti in questa vertenza circa 1000 addetti, 700 ex lsu e 300 appalti storici, che rischiano di perdere il lavoro e il salario, in molti casi unica fonte di sostentamento familiare.

Per questa mattina è stato organizzato un presidio di lavoratrici e lavoratori ex-lsu e appalti storici davanti la sede dell'Ufficio Scolastico Regionale in Via Ulisse Nurzia a Pile.

Le indicazioni del MIUR, contenute nella direttiva n. 103/2010, e le intenzioni manifestate dallo stesso Ministro, secondo le sigle sindacali rischiano di pregiudicare la continuità occupazionale dei circa 25000 addetti impegnati in Italia, «già in condizioni salariali precarie», ed aggravate dal taglio del 25% che il MIUR ha imposto ai cosiddetti “Appalti Storici” all'inizio del 2010, solo parzialmente tamponato dall'utilizzo della cassa integrazione in deroga, fino a quando vi sarà la disponibilità delle risorse finanziarie.

 Allo stesso modo, le segreterie regionali sono preoccupate delle condizioni in cui verseranno le scuole pubbliche che, a causa delle decisioni ministeriali, «rischiano di registrare servizi inadeguati per la pulizia e per l'igiene delle strutture, e per la sicurezza e il controllo dei bambini».

 Nella manifestazione nazionale a Roma del 5 Aprile 2010 il Miur ha confermato l'intenzione di continuare a gestire in appalto le attività esternalizzate dei servizi nelle scuole, e di poter applicare la direttiva n. 103 in quanto non ancora registrata alla Corte dei Conti (anzi è stata rimandata indietro al MIUR), pertanto non è possibile l'emanazione della circolare applicativa. «Rimane però impregiudicata l'intenzione», spiegano ancora i sindacati, «di bandire gare di appalto scuola per scuola attraverso il cottimo fiduciario, che renderebbe ancor più complicata la gestione della vertenza e la garanzia occupazionale degli addetti».

 Sempre nella stessa giornata il Ministero dell'Economia, che ha ricevuto la delegazione sindacale in serata, ha garantito che sono state affidate al MIUR per l'anno 2011 le stesse risorse affidate nel 2010, con una leggera riduzione generalizzata per la copertura dei costi per gli ex lsu.

 

28/04/2011 15.53