Vertenza Technic: tavolo lavoro valuterà piano industriale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1654

Vertenza Technic: tavolo lavoro valuterà piano industriale
ABRUZZO. A Roma presidente incontra vertici Alitalia-Cai insieme ai presidenti delle Province di Chieti e Pescara, il sindaco di San Giovanni Teatino, il segretario regionale della Cgil e il presidente della Saga.

La nascita di un tavolo di lavoro per «valutare insieme il piano industriale strategico presentato dalla cordata di imprenditori abruzzesi» è stata decisa oggi al termine della riunione tra Regione Abruzzo e Alitalia-Cai sul futuro dello stabilimento Air One Technic, che dal 15 febbraio scorso ha avviato le procedure di mobilità per 50 dipendenti a seguito della cessazione dell'attività del punto manutenzione dell'aeroporto di Pescara.

«Il dato positivo – ha commentato il presidente della Regione al termine della riunione – è la disponibilità mostrata da Alitalia ad un confronto sulla proposta di Piano industriale presentata dalla cordata di imprenditori abruzzesi che ha intenzione di acquisire la Technic. E' bene ricordare che partivamo da una situazione di chiusura e questa disponibilità di oggi con la nascita di un tavolo di valutazione, è da considerare un importante passo in avanti».

 Alla riunione, che si è tenuta della sede romana della Regione Abruzzo, erano presenti i presidenti delle Province di Chieti e Pescara, il sindaco di San Giovanni Teatino, il segretario regionale della Cgil, Gianni Di Cesare, e il presidente della Saga, Carla Mannetti.

La disponibilità di Alitalia-Cai a discutere con la cordata di imprenditori abruzzesi sulla base di un nuovo piano industriale è stata valutata positivamente da tutti i partecipanti, ma soprattutto, ha precisato il segretario regionale della Cgil, «dal punto di vista tecnico, sono da considerare positive le affermazioni di Alitalia che per il futuro vuole mantenere nello stabilimento pescarese la manutenzione degli aerei 'regional'. Se poi a questo dato – conclude Di Cesare – si aggiunge la rinnovata volontà della cordata degli imprenditori abruzzesi a proseguire la strada dell'acquisizione, si può dire che oggi si è fatto un importante passo in avanti».

Valutazioni dello stesso tenore sono arrivate anche dal presidente della Saga, Carla Mannetti che ha ribadito «la disponibilità della Saga Spa ad entrare nella compagnia societaria della nuova cordata» che intende riassorbire Air One Technic.

Sul fronte della Cassa integrazione, il segretario della Cgil ha detto che si è in attesa che il governo approvi la Cig per il trasporto aereo che prevede tempi di applicazione più lunghi di quelli ordinari, annunciando a breve un incontro con il ministro del Lavoro.

15/04/2011 12.33