IL CASO

Regione Abruzzo e finanziamenti biomasse: il conflitto di interessi è un sistema

Il dipendente-imprenditore Forcucci presenta progetti allo stesso settore per cui lavora…

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7321

Il dirigente Antonio Sorgi

Il dirigente Antonio Sorgi

ESCLUSIVO. ABRUZZO. Il caso dei finanziamenti della Regione Abruzzo alla ditta di un dipendente che lavora per il settore energia si colora di nuovi dettagli.

Enrico Forcucci titolare della "Entrope" di Popoli e allo stesso tempo consulente/collaboratore della Regione Abruzzo (settore Ambiente ed Energia) e tecnico presso l’Araen (Agenzia Regionale per l’Energia della Regione Abruzzo), ha curato il progetto per la costruzione di impianti a biomasse per il Comune di Sant’Eufemia a Maiella. Un progetto, finanziato dalla Regione, per 317.000 euro.
Oggi si scopre che la ditta di Forcucci figura in più documenti regionali come curatrice di progetti presentati al settore Ambiente, lo stesso settore con cui collabora l’imprenditore/consulente.
C’è il nome “Entrope” sulla richiesta di assoggettabilità ambientale per la realizzazione di una cava. E c’è la firma di Antonio Sorgi (dirigente del settore) sugli atti di verifica (quelli cioè che devono autorizzare o meno la pratica).
Il caso che pare essere un fatto nuovo si inquadra quanto meno in uno spinoso conflitto di interessi che forse per opportunità dovrebbe essere chiarito e magari evitato

LA DITTA, LE COLLABORAZIONI
La ditta Entrope lavora ed ha lavorato per soggetti pubblici e privati, come si apprende dal curriculum della società.
Si è occupata della progettazione, realizzazione e gestione di pratiche Enel, di impianti fotovoltaici presso privati cittadini e aziende, dell’analisi energetica e proposta di ottimizzazione del sistema “Giardino Botanico - Daniela Brescia” a Sant’Eufemia a Majella, all’interno del Parco Nazionale della Majella. La ditta è molto attiva nel settore ambiente attraverso la progettazione e consulenza e si occupa di pratiche di gestione rifiuti, bonifiche siti inquinati, studi di impatto ambientale, studi di incidenza, studi di assoggettabilità, valutazione ambientale strategica, inquinamento ambientale ed educazione ambientale. Trattandosi di ambiente ed energia è capitato che progetti, iniziative o richieste della Entrope siano poi dovuti passare per l'ufficio dela Regione dove Forcuci lavora.
La Entrope si rapporta bene anche con il mondo della formazione. Enrico Forcucci è infatti consulente dell’Università D’Annunzio di Pescara nell’ambito di progetti comunitari. Ha tenuto lezioni si formazione sul tema delle energia rinnovabili nel corso in “Tecnico di Efficienza energetica nell’Ambiente Costruito” nell’ambito di docenze al Master di I° livello in “Economia, gestione e valorizzazione dei beni ambientali e nel master di II° livello in “Direzione e management dei beni ambientali” 2007-2008; così come la Entrope ha curato corsi di educazione ambientale nell’ambito dei programmi educativi anche in collaborazione con il CEA Majambiente di Caramanico Terme.
La ditta vanta un portfolio di clienti di tutto rispetto. Serve infatti enti pubblici come i Comuni di Popoli, di San Valentino, di Moscufo, Ente Parco Nazionale della Maiella, Esep (Ente Scuola Edile), ed enti privati: Eurobica spa, Coop Majambiente, gruppo Maresca spa, Mantini srl, D&T srl, So.Co.In, sas, Abn Wind Energy,Italcoel, KWpower srl, Solaria Energia srl, Soc Coop gsa Arl, Gruppo Galeno, Consorzio Link, Albamar srl, Mfv snc, Azienda Agricola De Francesco Valerio, A&J srl, Rsa Il Giardino spa, Ambiente e Energia srl, Cev, Solar Energy srl, Energethics Srl, Solewatt s.n.c., SBY Solutions Srl, SBY Italy Sr, Genziana Srl, Treforenergy Srl, DAYCO EUROPE SRL.

PROGETTI IN CASA ARAEN
Ma la partita più grande si gioca in Regione. Forcucci ha curato il progetto della Gtv Inerti srl per la coltivazione di una cava di calcare nel Comune di San Benedetto in Perillis, in località Santa Rosa. Il progetto è stato sottoposto alla direzione Affari della Presidenza della Politiche Legislative e Comunitarie programmazioni Parchi Territorio Valutazioni Ambientali Energia per la verifica di assoggettabilità ambientale. E lo studio di verifica è a firma di Antonio Sorgi (il direttore) che presiede anche l'Araen, dove lavora Forcucci.
E, ancora, Entrope ha curato il progetto dell’impresa agricola di De Francesco Valerio per la realizzazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di Energia elettrica potenza 3987,28KWp nel comune di Cepagatti, località Ventignano. Progetto che ha ricevuto il parere favorevole per la Valutazione di impatto ambientale sempre dallo stesso dipartimento Ambiente ed Energia.
In quest’ultimo lavoro, accanto al nome di Frocucci, spunta anche quello dell’ingegnere Alessandra Debora Santini, pure lei inserita nella pianta organica dell’Araen. Qui eventualmente il conflitto di interesse è duplice.
Forcucci e la sua ditta hanno curato anche la redazione del SEAP (Piano di Azione per l'Energia Sostenibile) per conto del Comune di Popoli che risulta anche tra gli assegnatari dei fondi.
E non poteva mancare all’appello il finanziamento europeo ottenuto nell’ambito del PO FSE Abruzzo 2007/2013 - PO 2007-2008. Anche in questa occasione la ditta Entrope spunta come beneficiaria in una rosa di candidati ammessi e finanziati.
Sull’intera vicenda è intervenuto anche il gruppo “Nuovo Senso Civico” che ha chiesto chiarezza al presidente Chiodi.
«Non bisogna mai smettere di indignarsi e questa è un'occasione esemplare non solo per farlo, ma per pretendere la massima chiarezza a tutti i livelli», ha detto il gruppo, «pretendere a livello politico dal presidente Chiodi di chiarire se era a conoscenza dei fatti descritti, se li considera normali e corretti oppure indifendibili e passibili di decisi interventi per stroncare simili pratiche. Pretendere da tutte le forze politiche un pronunciamento chiaro su questa vicenda, un loro giudizio e una dichiarazione inequivoca su come vorranno muoversi in merito». 


Marirosa Barbieri

FORCUCCI: «HO COLLABORATO A SCRIVERE IL BANDO PER LA REGIONE MA NON C'E' ALCUN CONFLITTO DI INTERESSI»
Attraverso il suo legale, Sergio Della Rocca, il dottor Enrico Forcucci intende precisare che «egli è titolare di un contratto di collaborazione coordinata e continuativa svolto presso il servizio Politiche Energetiche e Qualità dell'Aria della regione Abruzzo e che tale tipologia di rapporto contrattuale consente di espletare prestazioni professionali in favore di terzi».
«Tale attività», prosegue, «consistono nella realizzazione di progetti in materia ambientale che vengono sottoposti all'approvazione di enti pubblici e privati. In tale ambito ho collaborato nella predisposizione della documentazione progettuale inerente il bando di finanziamento per impianti a biomassa riservato ai Comuni, rimanendo estraneo alle successive fasi di valutazione e approvazione dei progetti. Non c'è dunque per queste ragioni  alcun conflitto di interesse.


6/11/2012  19.20

SANTINI: «HO UN CONTRATTO COCOCO DUNQUE NESSUN CONFLITTO DI INTERESSI»
Anche Alessandra Debora Santini, attraverso il suo legale, Micaela Camiscia, precisa che «è titolare di un contratto di collaborazione coordinata e continuativa svolto presso il servizio Politiche Energetiche e Qualità dell'Aria della regione Abruzzo e che tale tipologia di rapporto contrattuale consente di espletare prestazioni professionali in favore di terzi».
«Nel caso da voi citato», prosegue, «la prestazione professionale, pienamente legittima, è consistita nella redazione di uno studio ambientale preliminare per un impianto fotovoltaico in favore di un soggetto privato e il relativo procedimento autorizzatorio in alcun modo interferisce con le attività prestate dall'ingegner Santini in favore della Regione Abruzzo. Pertanto alcun conflitto di interessi si è mai verificato».

9/11/2012  7.20