SANITA'

Chiusura centro terapia del dolore di Teramo, difensore civico: «non accada mai più»

Sisti scrive alla direzione generale dell’Asl

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2034

Nicola Sisti

Nicola Sisti

TERAMO. La Commissione Mista Conciliativa, organismo deputato alla tutela dei cittadini, previsto per tutte le Asl si è insediata a Teramo il 5 settembre scorso.

Nella seduta, il difensore civico regionale Nicola Sisti, ha sottoposto alla Commissione il caso della chiusura del Centro di Terapia del dolore che ha suscitato forti reazioni nelle scorse settimane.
La commissione ha ritenuto «insoddisfacenti» le giustificazioni della direzione generale, «dalle quali sostanzialmente emerge», spiega Sisti, «che in realtà la direzione stessa non ha attivato alcun servizio sostituivo nel periodo di chiusura del Centro né ha fornito le necessarie informazioni per soluzioni alternative ai pazienti».
Il difensore civico ha censurato la determinazione di chiusura della struttura di terapia antalgica, ripromettendosi di inviare una nota al direttore generale per invitarlo ad evitare che in futuro possa ripetersi un simile, «inammissibile disservizio e di segnalare la propria valutazione negativa all’assessore competente». «Ho ritenuto di dover sottoporre il caso alla commissione – ha concluso il difensore civico regionale Nicola Sisti – pur potendo esprimere una valutazione personale, proprio per ottenere un giudizio il più possibile sereno ed obiettivo, atteso che la C.M.C. è un organo collegiale».