DISSERVIZI

Estate, L’Abruzzo è già a secco: disagi per la mancanza di acqua

Disagi in moltissime zone del territorio regionale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3852

Estate, L’Abruzzo è già a secco: disagi per la mancanza di acqua
ABRUZZO. Proteste e disagi diffusi a macchia di leopardo. In moltissime zone della regione l’acqua non esce dai rubinetti o esce a fatica.

L’effetto dell’afa e del caldo torrido degli ultimi giorni ha già messo ko i servizi idrici di mezza regione. Da Pescara a Chieti a Teramo il risultato è sempre lo stesso: cittadini infuriati che non possono cucinare, lavarsi o fare le faccende domestiche. L’ira in alcuni casi è dovuta al mancato preavviso dei disservizi. Infatti pochi giorni fa l’Aca, che serve una cinquantina di comuni tra Pescara e Chieti, aveva avviato un programma di chiusure serali in una decina di comuni, chiusure programmate fino al prossimo 7 luglio. I disagi di oggi però non hanno nulla a che vedere con le chiusure serali. Secondo alcune informazioni le sorgenti sarebbero già a secco e la pressione nelle tubature sarebbe scarsissima tanto da lasciare a secco le zone più alte delle città.
A Pescara segnalazioni di disagi arrivano dai colli, dalla zona della Madonna Sette dolori, San Silvestro ma anche zona stadio (dunque a livello del mare) e questo ha fatto pensare ad un guasto. Ma all’Aca non risultano guasti ed anche al centralino della società sono arrivate decine di telefonate. Situazione disastrosa in via Benedetto Croce dove da mercoledì sera manca l’acqua quasi totalmente durante il giorno mentre la pressione sarebbe piena solo nelle ore notturne. In questo caso l’Aca ha parlato di problemi non imputabili a propria responsabilità.
A Montesilvano, zona Villa Carmine, da domenica è emergenza continua. 


Sul versante teramano non va meglio. La Ruzzo Reti ha invitato tutti i sindaci dei Comuni ricompresi nell’Ato 5 di emanare ordinanze ai cittadini di assoluto divieto di utilizzo dell’acqua per consumi diversi da quelli potabili. L’emergenza starebbe toccando livelli di guardia nell’intera provincia.
«Da tempo», spiega il presidente Carlo Ciapanna, «la Ruzzo Reti si trova a fronteggiare una grave difficoltà di approvvigionamento, dovuta alle condizioni climatiche di eccesiva siccità, oggi aggravata anche dalle temperature torride e dal conseguente abnorme consumo di acqua. Abbiamo previsto una serie di interventi e di strategie idonee con l’obiettivo di arginare la fase di criticità, operando manovre sui tronchi della rete dell’acquedotto fino a prevedere, se necessario, turnazioni nella distribuzione dell’acqua per limitare il più possibile il disagio all’utenza».
In queste condizioni è facile ipotizzare una estate molto difficile da questo punto di vista. Occorrerà adattarsi e adeguarsi, trovare soluzioni alternative, predisporre servizi aggiuntivi, ritirare fuori taniche. In queste condizioni sarà difficile lavorare anche per gli alberghi che dovranno far fronte all’emergenza in ogni modo per non irritare chi ha scelto di godersi l’Abruzzo d’estate.

* SEGNALACI LA MANCANZA DI ACQUA ANCHE SU FACEBOOK

NUOVE CHIUSURE PRORAMMATE FINO ALL’8 LUGLIO

·       Comune di Chieti:

Chieti serbatoio Civitella: erogazione 158 litri al secondo 24 ore

     Chieti Scalo: erogazione 155 litri al secondo dalle ore 5 alle ore 24

     e chiusura totale dalle ore 24 alle ore 5

     Località Brecciarola: chiusura uscita serbatoio Sbraccia il lunedì e

     il giovedì dalle ore 22 alle ore 6

·       Comune di Casalincontrada:

via Brecciarola (zona bassa): chiusura serbatoio Sbraccia il lunedì e

     il giovedì dalle ore 22 alle ore 6

     Centro urbano: chiusura il lunedì e il giovedì dalle ore 22 alle ore 6

     La chiusura verrà effettuata, in via eccezionale, anche oggi 22 giugno 2012,    dalle ore 22 alle ore 6

·       Comune di Cepagatti:

intero territorio: martedì e venerdì dalle ore 22 alle ore 6

·       Comune di Rosciano:

Intero territorio: martedì e venerdì dalle ore 22 alle ore 6

·       Comune di Scafa:

Centro urbano: lunedì e giovedì dalle ore 22 alle ore 6

·       Comune di Manoppello:

Manoppello Scalo: lunedì e giovedì dalle ore 22 alle ore 6

Nel caso specifico della rete idrica di Manoppello Scalo, la cui gestione è passata all’Aca in data 15 maggio 2012, è stata riscontrata una carenza di sfiati sulla rete interna che ha penalizzato ulteriormente la normale distribuzione idrica creando ostacoli al flusso idrico e quindi ulteriore ritardo al ripristino delle condizioni di normalità. Nel corso dei prossimi giorni i tecnici dell’Aca effettueranno un intervento di installazione sfiati su tutta la rete, pertanto la chiusura di lunedì 25 giugno 2012 sarà sospesa.

·       Comune di Tocco da Casauria:

Intero territorio, tranne zona Tiburtina: mercoledì e sabato dalle ore 22 alle ore 6

·       Comune di Torre de’ Passeri:

Territorio alimentato dal serbatoio Capoluogo: mercoledì e sabato dalle ore 22 alle ore 6

·       Comune di Francavilla al Mare:

     Paese Alto, alimentato dal serbatoio omonimo, chiusura il lunedì e

     il giovedì  dalle ore 22 alle ore 6

·       Comune di Atri:

     Centro urbano, alimentato dal serbatoio Santa Chiara, chiusura notturna

     dalle ore 22 alle ore 6

·       Comune di Ripa Teatina:

     Centro urbano, alimentato dal serbatoio Pensile Centro urbano,

     chiusura notturna dalle ore 22 di oggi 22 giugno 2012 alle ore 6 del 23 giugno

·       Comune di San Giovanni Teatino:

Serbatoio Dragonara, martedì e sabato chiusura notturna dalle ore 22 alle ore 6, dal 23 giugno all’8 luglio 2012