IL FATTO

Casse edili anomale: il Ministero del lavoro le dichiara inefficaci

Soddisfazione a Pescara: «senza Durc non si lavora»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1720

Cassa edile di Pescara

Cassa edile di Pescara

PESCARA. Il fenomeno delle casse edili “anomale” ha trovato spazi per radicarsi anche in Abruzzo.

E' intervenuto il Ministero del Lavoro per dichiararle ufficialmente fuori gioco. Grande apprezzamento della Cassa Edile di Pescara che vede «riconosciuto l’impegno profuso negli anni a tutela delle numerose imprese e maestranze edili che operano con professionalità nel rispetto della normativa a tutela del lavoro».
Il Direttore generale per l’Attività ispettiva del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali Paolo Pennesi con una lettera circolare del 2 maggio ha definitivamente chiarito – dopo numerose segnalazioni ricevute dalle Associazioni nazionali di categoria ed in particolare dall’Ance - che le Casse edili che operano solo a livello territoriale, che non sono costituite da contratti collettivi stipulati dalle organizzazioni più rappresentative e che infine non attuano il principio di reciprocità con altre Casse edili, non possono rilasciare il Durc (Documento unico di regolarità contributiva), strumento cardine per la regolarità del lavoro. Quindi eventuali attestazioni di regolarità rilasciate da Casse Edili “anomale” devono considerarsi giuridicamente inefficaci a tutti gli effetti di legge”.
La Cassa Edile di Pescara nell’esprimere piena soddisfazione per l’importante chiarimento ministeriale, affida le dichiarazioni ai suoi dirigenti.
«La circolare ministeriale - afferma il vice presidente Gianfranco Reale - è un contributo che non lascia spazio a dubbi. Chi ha emesso certificazioni non valide, evitando il rispetto di principi e regole comuni, da oggi non potrà più farlo. Si riconferma pertanto il ruolo di garanzia del sistema delle casse edili abilitate al quale noi apparteniamo, che hanno sempre operato per favorire la tutela e la promozione del lavoro regolare».
Il presidente della Cassa Edile di Pescara – Franco Olivieri - ricorda in particolare alle stazioni appaltanti pubbliche, di acquisire direttamente dalle casse edili abilitate, come la Cassa Ediledi Pescara, i Durc delle ditte appaltatrici affidatarie di lavori e forniture di servizi.