Amministrazioni pubbliche e trasparenza. Ecco le peggiori d’Abruzzo

Tra i meno trasparenti anche il sito della Regione Abruzzo

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

15482

Amministrazioni pubbliche e trasparenza. Ecco le peggiori d’Abruzzo
ABRUZZO. Il Governo boccia i Comuni, le Province e la Regione sulla trasparenza.

Sotto la scure dell’esecutivo sono finiti, tra gli altri, numerosi comuni abruzzesi colpevoli di aver violato le norme di legge della trasparenza amministrativa online.
Tra i meno trasparenti spiccano il Comune di Pescara con soli sette punti su 43, Montazzoli, Pescina con un solo punto su 43 ed anche pubbliche amministrazioni come la Provincia de L’Aquila con 5 punti su 43. Anche il sito web della Regione Abruzzo  risulta insufficiente tranne che per alcuni aspetti. Solo due Comuni abruzzesi risultano invece perfettamente a norma di legge: Guardiagrele e Notaresco. 

IL GIUDIZIO DEL GOVERNO
Il giudizio del governo non fa sconti per nessuno. L’ esperimento si chiama “La Bussola della Trasparenza”   e raccoglie i risultati dei Comuni italiani sotto l’aspetto della trasparenza. I voti vanno da 1 a 43. I parametri considerati nella formulazione del giudizio sono quelli contenuti nella direttiva 8/2009 del Ministero della pubblica amministrazione sui contenuti  obbligatorio dei siti Web delle pubbliche amministrazioni. In particolare si tratta dell’organigramma cioè la struttura dell’amministrazione: giunta, consiglio, uffici  con i nomi dei responsabili ed i rispettivi  recapiti telefonici, indirizzo di posta elettronica e posta elettronica certificata, la voce URP (Ufficio relazioni con il pubblico),  l’albo pretorio on line su cui vanno pubblicati delibere e determine. Segue la voce “trasparenza, valutazione e merito” che deve contenere:  il piano di programmazione triennale (i lavori pubblici effettuati nell’arco di tre anni e le spese); i curricula in formato europeo e gli stipendi di dirigenti, segretari comunali e provinciali e di coloro che rivestono incarichi politico-amministrativi. I tassi di assenza e di maggiore presenza del personale, gli incarichi e le retribuzioni per eventuali consulenze esterne, l’organismo di valutazione delle performances ( un ispettore che controlli il rispetto dei parametri di trasparenza). La pubblicazione di “bandi di gara e concorsi”.  Alle singole voci di ciascun sito di una pubblica amministrazione il Governo attribuisce un bollino rosso (che indica l’insufficienza), uno giallo (che indica una completezza a metà), uno verde (che attesta la perfetta corrispondenza ai contenuti di legge).

LE CENERENTOLE D’ABRUZZO
In Abruzzo sono molti gli Enti pubblici che  non rispettano la trasparenza. Un punteggio di uno su 43 va al Comune di Montazzoli che risulta deficitario in quasi tutte le voci sulla trasparenza ottenendo un bollino giallo per le pubblicazioni di messaggi di informazione e di comunicazione, uno  verde sulla pubblicità legale e sulla presenza della modulistica in home page. Anche il Comune di Pescina con 1 su 43 brilla per la pubblicazione di messaggi di informazione e di comunicazione ma per il resto non si attiene a nessun parametro. Maglia nera anche al Comune di Sant'Eufemia a Maiella (1/43) che ha come bollino verde la voce pubblicità legale.
Segue il Comune di Ripa Teatina (2/43) bollato come  giallo per la voce Pec e trasparenza, valutazione e merito. Tutto il resto risulta invece insufficiente.
Si attestano sui 3 punti su 43 il Comune di Roccaraso con voci insufficienti tranne per  la presenza dei bandi di concorso; il Comune di Bugnara che si salva  per  la voce Pec e la pubblicazione di notizie e messaggi.
Guadagnano  4 punti su 43  il Comune di Campli (promosso solo per la Pec, la presenza di bandi di concorso, di gare e della modulistica), il Comune di Farindola (che si becca un bollino verde per la trasparenza valutazione e merito, uno giallo per la presenza del programma triennale per la trasparenza), il Comune di Pereto ( bollino giallo per la Pec e la voce gare), il Comune di Pizzoli (con un bollino verde per la Trasparenza valutazione e merito, concorsi e modulistica) e  la Provincia di Pescara che si salva per la Pec.
Si attesta sui 5 punti su 43 la Provincia de L'Aquila (con bollino verde trasparenza valutazione e merito, giallo per Urp, incarichi e consulenze). Merita sette punti il Comune di Alanno (2 bollini verdi  alla voce presenza della pubblicità legale e link modulistica, bollini gialli per la voce Urp, Pec, trasparenza, concorsi e bandi di gara), il Comune di Pescara, invece, riscuote un bollino giallo per Pec, trasparenza valutazione e merito,per i bilanci, uno verde per la voce concorsi ed uno rosso per la mancata pubblicità di bandi di gara.
Sui sei punti si attesta la Regione Abruzzo  che  brilla solo per Pec, trasparenza Valutazione e merito, presenza servizi forniti in rete, ma  ha bollino giallo per la voce bandi di gara, e bollino rosso per tutto il resto incluse la pubblicazione dei bilanci di concorsi e del resto.
Si attestano sugli otto punti il Comune di  Avezzano (bollino giallo per pec, bandi di concorso e gare verde per la trasparenza valutazione e merito, bilanci, gialli), Giulianova (trasparente e rispettosa della pubblicazione di concorsi, gare bilanci, modulistica). Si attesta sui nove punti il Comune di Teramo (che ha bollino verde per la pec, giallo per la  trasparenza, concorsi e bandi di gara).
Il Comune de L’Aquila totalizza 11 punti con un bollino verde per la voce trasparenza, e modulistica, uno giallo per concorsi e gare). Sui 13 punti si piazza la Provincia di Chieti (con voci positive per la Urp e trasparenza concorsi e gare).
Mentre i Comuni che totalizzano il massimo dei punti sono Guardiagrele e Notaresco.

 I PEGGIORI 30
Montazzoli 1/43
Pescina 1/43
Sant’Eufemia  a Maiella 1/43
Picciano 2/43
Atri 3/43
Ripa teatina 2/43
Roccaraso 3/43
Bugnara 3/43
Campli 4/43
Farindola  4/43
Pereto  4/43
Provincia Pescara  4/43
Pizzoli 4/43
Provincia L’Aquila 5/43
Regione Abruzzo 6/42
Carsoli 6/43
Ovindoli 6/43
 Alanno  7/43
Pescara 7/43
Mosciano Sant’Angelo 7/43
Pollutri 7/43
Avezzano 8/43
Giulianova  8/43
Fossacesia 8/43
Teramo 9/43
Tagliacozzo 9/43
L’Aquila 11/43
Provincia di Chieti 13/43
Paglieta 13/43
Comune di Treglio 13/43

 Marirosa Barbieri