CALCIO E POLITICA

Chiodi premia il Pescara e la butta in politica: «col pareggio del bilancio anche noi in serie A»

Masci: «Zeman un grande educatore»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2200

Chiodi premia il Pescara e la butta in politica: «col pareggio del bilancio anche noi in serie A»
PESCARA- «E' la fierezza la prima sensazione che da abruzzese e da presidente della Regione mi sento di esprimere per questa promozione del Pescara in serie A».

Così il presidente della Regione, Gianni Chiodi, ieri mattina, a Pescara, nella sede di viale Bovio, in apertura della cerimonia di premiazione della società biancazzurra neo promossa nella massima serie di calcio. Accanto a lui, l'assessore allo Sport, Carlo Masci, il presidente della società adriatica, Daniele Sebastiani, ed il tecnico del Pescara, Zdenek Zeman. In platea, dietro i dirigenti del Delfino, tutti i giocatori protagonisti della magica cavalcata nel campionato cadetto a cominciare da capitan Sansovini. Unica eccezione il giovane talento Marco Verratti, impegnato nel raduno della Nazionale in vista dei prossimi Europei.
«Il Pescara è in serie A ed è un motivo di grande orgoglio per tutti noi abruzzesi ma anche la Regione Abruzzo, con il raggiungimento del pareggio di bilancio ed i conti in ordine, sta per rientrare tra le Regioni di prima fascia», ha detto il presidente. Chiodi, coglie l'opportunità di questa equiparazione per mettere in evidenza che «per una regione come l'Abruzzo avere un team in serie A nello sport più popolare al mondo rappresenta un segnale estremamente importante e, oltre a rafforzare il senso di appartenenza, finisce per regalare all'intera comunità regionale rango, autorevolezza e stimoli per affrontare al meglio le sfide del quotidiano. Senza considerare - ha concluso - lo straordinario contributo che in termini d'immagine questa serie A dona all'Abruzzo così come fanno da tempo altre realtà sportive di rilievo come il basket di Teramo ed il rugby dell'Aquila».
L'assessore allo Sport, Carlo Masci, dopo aver premiato in questi anni decine di atleti in quasi tutte le discipline, ha ribadito la sua «soddisfazione personale di pescarese doc e l'orgoglio di assessore regionale allo sport di tributare il meritato riconoscimento ad una squadra e ad una società che hanno onorato alla grande una città ed un'intera regione».
Riferendosi al tecnico Zeman, Masci parla di «personaggio unico e di grande educatore prima che grande allenatore, capace di insegnare e poi di far giocare a questo team di giovani talenti il calcio più bello d'Italia. Per l'Abruzzo - ha concluso l'assessore - si tratta di una straordinaria opportunità di marketing territoriale da cogliere al volo». Dopo la consegna di un trofeo nella mani del presidente Sebastiani e del tecnico Zeman, sono state consegnate targhe ricordo a tutti i giocatori biancazzurri con l'augurio da parte del presidente Chodi e dell'assessore Masci «di proseguire anche in serie A questo splendido cammino».