LA TRUFFA

Truffarono risparmiatori abruzzesi, in manette promotore finanziario e complice

Secondo gli inquirenti oltre 100 le persone cadute nella rete

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4837

Truffarono risparmiatori abruzzesi, in manette promotore finanziario e complice
FOGGIA. La presunta truffa da 5 milioni di euro era stata denunciata dalla trasmissione televisiva Striscia la Notizia.

Questa mattina due ordinanze di custodia cautelare, (una agli arresti domiciliari) sono state eseguite dalla guardia di finanza nei confronti di un promotore finanziario, Giuseppe Antonio Tarollo, di 41 anni, e del suo presunto complice, Marco Mario Lozupone, di 43, accusati di aver truffato globalmente circa cinque milioni di euro a un centinaio di risparmiatori pugliesi, abruzzesi e molisani.
La vicenda fu denunciata nell'autunno scorso il programma tv Striscia la notizia. I due e una terza persona, denunciata a piede libero, sono accusati a vario titolo di truffa, ricettazione, contraffazione di segni distintivi e sostituzione di persona.
Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Foggia e condotte dai finanzieri della Compagnia di San Severo, hanno accertato che ai truffati venivano prospettati facili guadagni con la sottoscrizione di investimenti finanziari a capitale garantito a elevati tassi di rendimento (cedole semestrali fino all'inverosimile 20%) per conto di un istituto bancario presso il quale sino al 2010 aveva lavorato Tarollo.
In cambio ai risparmiatori venivano consegnati documenti falsi e le chiavi d'accesso a un sito internet sul quale potevano 'seguire' gli investimenti ma che veniva da loro stesso manipolate, in quanto mai nessun investimento veniva fatto.
«Si tratta di bruttissimi episodi - ha sottolineato il procuratore della Repubblica di Foggia, Vincenzo Russo - soprattutto perché fatti in danno di persone che hanno affidato i loro risparmi di una vita. Pensiamo soprattutto al ceto medio, di coloro che hanno sperato di recuperare chissà quali guadagni».