ENTI PUBBLICI

Piccoli Comuni: fondo speciale di 4 mln di euro

I soldi derivano dall'aumento del canone delle grandi derivazioni idroelettriche

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1138

 Piccoli Comuni: fondo speciale di 4 mln di euro
ABRUZZO. La proposta di deliberazione del Fondo speciale per i piccoli Comuni è stata illustrata ieri dall'assessore ai Lavori pubblici Angelo Di Paolo.

La presentazione è avvenuta nel corso di una riunione che si è tenuta con l'Associazione Nazionale Comuni Italiani rappresentata da un delegato, il sindaco del Comune di Crognaleto.
L'assessore è stato il promotore dalla Legge regionale 25/2011 che ha istituito il Fondo Speciale con una dotazione di 4 milioni di euro, destinata alla manutenzione e alla sicurezza del territorio dei piccoli comuni (fino a 3.000 abitanti). Occorreva, infatti, che la Giunta Regionale in attuazione della citata legge procedesse a definire il riparto del Fondo. Pertanto, sono state condivise le modalità di riparto del Fondo tra i Comuni aventi diritto, in base ai criteri previsti dall'art. 1 della LR 25/2012. Una volta accertate le maggiori entrate il Fondo sarà distribuito tra i Comuni secondo i pesi definiti nella deliberazione. Il Fondo, infatti, è alimentato soprattutto dall'aumento del canone relativo alle grandi derivazioni idroelettriche, di cui attualmente i titolari sono i grandi produttori nazionali di energia elettrica, su cui potrebbe però pesare il ricorso presentato dal governo alla Corte costituzionale sul comma 2 dell'art. 16 della finanziaria 2012 che ha modificato la LR 25/2011 proprio con riguardo al canone delle grandi derivazioni idroelettriche.
I presenti hanno espresso particolare favore per l'iniziativa considerato il momento di crisi economica e al contempo la necessità di intervenire per porre in sicurezza il territorio, augurandosi che a breve sarà possibile procedere alla ripartizione del Fondo.