VERTENZA

Precari Provincia L’Aquila, Del Corvo: «in prima linea per salvarli»

«Ci batteremo con tutte le forze contro questa scelta scellerata»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2384

Del Corvo

Del Corvo

L’AQUILA. Settimane decisive per chi spera di riuscire a mantenere il posto di lavoro.

Si terrà il prossimo 3 maggio, alle ore 11.00, nella sede della Provincia dell’Aquila, un incontro tra il presidente della Provincia, Antonio Del Corvo, e i segretari di Cgil- Funzione pubblica, Ferdinando Lattanzi, Fp-Cisl, Elvezio Sfarra e Uil-Fp, Simone Tempesta.
Al centro della riunione il problema dei precari della Provincia. «Il 12 aprile scorso abbiamo richiesto un incontro urgente per approfondire il tema che da mesi è al centro di una spinosa vertenza», commenta il segretario della Cisl-Fp, Elvezio Sfarra, «per fornire le adeguate risposte alle richieste che pervengono dal personale precario».
Le maestranze contestano le modalità applicate dalla Provincia per il rinnovo del 50 per cento dei contratti a termine, che secondo i lavoratori finiscono per penalizzare, in molti casi, i dipendenti che hanno una maggiore anzianità di servizio.
«E’ su questo», puntualizza Sfarra «che le organizzazioni sindacali vogliono fare chiarezza per garantire il rispetto dei diritti acquisiti e valutare la possibilità di stabilizzare tutti i lavoratori precari, prorogando almeno per un anno tutti i contratti scaduti. Siamo consapevoli che le difficoltà economiche, che rappresentano un ostacolo alla stabilizzazione, sono dovute anche al trasferimento di alcune risorse regionali, nonché alla normativa che non consente di utilizzare più del 50 per cento delle spese per il personale affrontate nel 2011. A fronte di tutto ciò invitiamo la Provincia ad aprire un tavolo di confronto permanente per valutare tutte le strade percorribili per garantire i lavoratori precari, buona parte dei quali ha prestato servizio alla Provincia da diversi anni».
Più che ottimista il presidente Del Corvo: «la Provincia è in prima linea per i suoi precari. Il Testo Unico che ha già avuto l'ok dei sindacati, compresa l'Ugl che verrà a manifestare sotto la Provincia, prevede che i Centri per l'Impiego saranno gestiti da una nuova società in house della Regione, senza l'assorbimento dell'attuale personale di ruolo e dei precari. La Provincia dell'Aquila, come già comunicato ai rappresentanti sindacali provinciali nella Commissione Unica Provinciale di martedì della scorsa settimana, si batterà con tutte le forze contro questa scelta scellerata».