L'EVENTO

Pescara a Roma contro barriere architettoniche, «c’è ancora tanto da fare»

Tavola Rotonda per discutere sull’accessibilità

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1541

Pescara a Roma contro barriere architettoniche, «c’è ancora tanto da fare»
ROMA. Si è tenuta ieri, a Roma, la Tavola Rotonda sul “Total Quality Management: per una cultura dell’accessibilità globale”.

L’evento organizzato dall’associazione Fiaba (Fondo italiano abbattimento barriere architettoniche) ha sollevato il tema dell’accessibilità ai servizi per i cittadini e l’importanza dell’abbattimento di tutte le barriere architettoniche esistenti. In particolare si è parlato di una nuova figura professionale, il total quality manager, un tecnico esperto di qualità totale, in grado di interpretare il corretto management presso gli enti pubblici e privati e di effettuare scelte ed iniziative che conducano ad una progettazione ad accessibilità e fruibilità globale per tutti.
In prima linea accanto al presidente del Gruppo Pdl al Senato Maurizio Gasparri ed al console onorario Fiaba Vincenzo Ariasi, c’erano anche le istituzioni pescaresi: il vice presidente della Provincia di Pescara Fabrizio Rapposelli in rappresentanza del presidente Guerino Testa e l’assessore al Bilancio del Comune di Pescara Eugenio Seccia in rappresentanza del sindaco Luigi Albore Mascia. Nel corso del meeting sono state illustrate anche alcune relazioni tecniche sull’accessibilità.
Ma se l’obiettivo principale è garantire l’efficienza ed il superamento delle barriere, Pescara di certo non brilla (ancora) come dimostrano le battaglie recenti dei disabili . Nonostante i passi avanti, il percorso da fare per abbattere completamente rampe ripide nei palazzi comunali, gli scivoli costruiti sui marciapiedi, i gradini e tutto ciò che impedisce il normale accesso, è ancora arduo.
Tempo fa proprio i diversamente abili sono scesi in piazza per invocare il loro diritto alla mobilità sostenibile (su gomma, su ferro) e l’utilizzo di mezzi pubblici dotati degli strumenti adeguati.