INTERROGAZIONE

Emergenza criminalità Val Vibrata, Tancredi interroga ministri Cancellieri e Di Paola

«Sevono più mezzi e più personale»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1126

Paolo Tancredi

Paolo Tancredi

TERAMO. Il senatore Paolo Tancredi (Pdl) ha presentato oggi un'interrogazione ai Ministri dell'Interno e della Difesa per sollecitare l'adozione di misure idonee a fronteggiare l'«emergenza criminalità» nelle città costiere del Teramano.

«Le questioni della sicurezza e dell'ordine pubblico», ha sottolineato il senatore, «sono da annoverare tra i fattori di sviluppo e di crescita di un territorio, sotto il profilo dell'integrazione sociale dei cittadini - nazionali e non - e della diffusione di una cultura di legalità».
L'iniziativa del Parlamentare abruzzese ripropone il noto problema della sicurezza che affligge i territori del litorale adriatico, con l'intento di rinnovare l'impegno da parte di tutte le autorità e le Istituzioni competenti a potenziare il controllo del territorio e garantire maggiore tutela e vivibilità ai cittadini delle zone costiere.
I circuiti delinquenziali locali traggono linfa vitale dalla criminalità straniera, soprattutto per la commissione di reati predatori, per lo sfruttamento della prostituzione, il traffico e lo spaccio di sostanze stupefacenti.
«Il fenomeno della criminalità straniera», commenta Tancredi, «costituisce non solo l’aspetto più vistoso dei problemi dell’integrazione ma anche il punto critico di tutti gli equilibri che sottostanno al fenomeno dell’immigrazione, in considerazione del ruolo non secondario che le condizioni di marginalità economica e sociale vissute da parte della popolazione non nazionale rivestono nello sviluppo di comportamenti devianti-antisociali».
Il senatore chiede un aumento di mezzi e personale addetto alla pubblica sicurezza e/o dei presidi presenti nelle città costiere della Val Vibrata ed in particolare nel Comune di Martinsicuro. Ma l’esponente del Pdl chiede anche il rinnovamento di «un impegno congiunto da parte di tutte le autorità e le Istituzioni competenti ad assumere iniziative per fronteggiare la descritta emergenza».