TURISMO

Parchi Abruzzo: il turismo? E’ meglio slow

I finanziamenti europei utilizzati per progetti nei Parchi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1478

Parchi Abruzzo: il turismo? E’ meglio slow
ABRUZZO. Un tipo di turismo rilassato, segnato da tempi dilungati e privo di stress, all'insegna della qualità e di una natura genuina e incontaminata.

E' quanto propone il progetto "Slow Park" che è stato presentato questa mattina all'Aquila dall'assessore al turismo Mauro Di Dalmazio. Presenti i responsabili dei parchi nazionali 'Gran Sasso - Laga', 'Maiella - Morrone' e 'PNALM', nonchè del parco regionale 'Sirente - Velino'. Il progetto è stato sviluppato nell'ambito della programmazione prevista dal POR FESR 2007-2013 e «favorisce lo sviluppo di azioni di co-marketing a sostegno di iniziative che si propongono di promuovere itinerari naturalistici, religiosi, culturali e artistici che valorizzino territori di montagna e interni al fine di incentivare l'offerta turistica e mettendo in rete percorsi e itinerari accessibili a persone a mobilità limitata».
 Le attività programmate, coinvolgeranno anche i comuni montani ricadenti nei territori dei parchi colpiti dal terremoto. Di Dalmazio: «l'idea è quella di offrire un piccolo contributo per una ricostruzione improntata all'eccellenza e alla sostenibilità ambientale».
 Nell'ambito di "Slow Park" saranno valorizzati progetti e inziative turistiche proposte dai Parchi.

PROGETTO DEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO E MONTI DELLA LAGA: Il progetto si propone di intervenire sull'area della Laga, attraverso l'implementazione del sistema ecoturistico sul territorio in località denominata Ceppo, luogo centrale per coinvolgere tutto il comprensorio e rivitalizzare i diversi paesi che vi incidono.

PROGETTO DEL PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA: miglioramento e realizzazione di una serie infrastrutture visita (centri informazione, musei, giardini botanici, aree faunistiche) ricettive case parco, campeggi, ecc.) organizzazione sistema fruizione coerente con le finalità dell'area protetta rete sentieristica, pic nic, ecc.realizzazione del 'Sentiero tholos', capanne pastorali pietra tanto frequenti in alcune zone Parco.

PROGETTO DEL PARCO NATURALE REGIONALE SIRENTE VELINO: Il progetto prevede l'implementazione dell'appeal turistico del Comune di Massa D'Albe attraverso il miglioramento dei servizi turistici.

PROGETTO DEL PARCO REGIONALE SIRENTE VELINO: le iniziative che il parco intende portare avanti sono soprattutto quelle finalizzate a perseguire strategie di sviluppo del territorio e soprattutto alla destagionalizzazione del turismo che rappresenta l'unica fonte di crescita per le aree interne.