TV

Switch off, in Abruzzo si inizia il 7 maggio. Proroga per antenne San Silvestro?

Si parte con Chieti e Sulmona per poi finire con la Val di Sangro

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6857

 Switch off, in Abruzzo si inizia il 7 maggio. Proroga per antenne San Silvestro?
ABRUZZO. L'Abruzzo passerà al digitale terrestre ufficialmente il 7 maggio prossimo.

Dal 7 e all’8 maggio: faranno il passaggio le zone della Conca di Sulmona, Chieti e Pescara con relative province; Il 10 maggio: Teramo e parte della provincia. L’11 maggio: L’Aquila e parte della provincia. Tra il 14 e il 15 maggio: eseguiranno lo switch-off la Marsica e l’Alta Val di Sangro.
Adesso il Corecom dovrà vagliare la documentazione relativa ai punti che irradieranno il segnale digitale terrestre sul territorio regionale e la conferma della dismissione del mega traliccio di San Silvestro a Pescara con il relativo spostamento delle antenne off shore su una piattaforma in mare.
Ma per alcuni tecnici questa soluzione sarebbe insufficiente alla copertura del digitale in Abruzzo. Per questo, probabilmente, si chiederà una proroga per i ripetitori di San Silvestro.
Inoltre per supportare le emittenti televisive è stato stanziato un milione di euro, fondi regionali, a favore delle imprese televisive regionali per il passaggio al digitale. Un milione che va ad aggiungersi a quello già stanziato nei mesi scorsi dal Ministero per lo Sviluppo Economico.
Per vedere la DTT serve un televisore con sintonizzatore digitale terrestre integrato oppure di un'apparecchiatura di adattamento al televisore in tecnica analogica detta (decoder) da collegare alla presa d'antenna e al televisore mediante il cavo Scart (lo stesso tipo di cavo usato per collegare il videoregistratore e il decoder satellitare).
Il decoder è un apparecchio che consente di ricevere il segnale digitale e di utilizzare le nuove applicazioni associate ai programmi e ai canali televisivi. E' dotato di un telecomando con l'aggiunta di quattro nuovi tasti colorati che consentono l'accesso ai nuovi servizi interattivi.
Non è necessario cambiare il puntamento dell'antenna in quanto è stato previsto che le nuove reti digitali si avvalgano degli stessi siti di trasmissione della TV analogica. Tuttavia, in alcune zone del territorio, i segnali digitali potrebbero provenire da siti diversi da quelli che irradiano i segnali analogici e potrebbe essere richiesto il montaggio di un'antenna supplementare da puntare verso i siti che trasmettono in digitale.