COSTA TEATINA

Parco Costa Teatina. Caporale (Verdi): «un nuovo coordinatore al posto di Febbo»

La proposta in un question time

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2105

Walter Caporale

Walter Caporale

ABRUZZO. Ora che bisognerà attendere un anno per la perimetrazione del Parco della Costa Teatina, Walter Caporale propone la nomina di un altro coordinatore per l’istituzione del Parco Nazionale.

Una richiesta dovuta al fatto che non è stata rispettata la data del 30 settembre 2011 entro cui avrebbe dovuto perimetrarsi l’area Parco e avviare l’istituzione del’Ente.
La proposta avanzata durante una interrogazione a risposta immediata (Question Time  non sarebbe stata gradita dall’assessore Febbo che, a detta di Caporale, avrebbe attaccato lui e tutto il centro sinistra.
Il timore del capogruppo dei Verdi è che questo ulteriore rinvio faccia perdere alla Regione i Fondi Europei e una grande occasione di rilancio dell’economia e dell’occupazione.
«Una ulteriore inerzia totale sull’argomento», ha rincarato Caporale,«fino al 31 Dicembre 2012 vorrà dire non poter partecipare ai bandi europei 2014/2020, poiché nella migliore delle ipotesi sarà difficile riuscire ad organizzare un Ente Parco in maniera efficace ed efficiente nel solo anno 2013, come richiesto dalla UE».
Ma stare fermi un altro anno significa, secondo il capogruppo, anche esporre il territorio «ad industrie insalubri, alla cementificazione fin sulla spiaggia, alle piattaforme petrolifere».
«Penso dunque», ha concluso, «sia il caso di ritenere scaduta la nomina dell’assessore Febbo e di nominare un coordinatore più vicino alle sorti della nostra Regione o commissariare: un commissario esterno è sempre meglio di chi usa un ruolo per fare lobby contrarie al Parco».
A causa di un emendamento approvato a firma del senatore Antonio Dalì, il Parco Nazionale della Costa Teatina istituito con Legge del 2001 comprendente i territori costieri dal Comune di Ortona (CH) al Comune di San Salvo (CH), dovrà attendere un anno sino al 31 Dicembre 2012 per la perimetrazione.
La Regione Abruzzo ha nominato come coordinatore del Tavolo regionale per definire i confini del Parco entro il 30 Settembre 2011, Mauro Febbo. Lo stesso assessore recentemente è intervenuto sull’emendamento Dalì considerandolo «un’opportunità da cogliere per riflettere e confrontarsi».