RISPARMI

Auto di servizio, la Regione taglia 48 veicoli

«Abruzzo si allinea alle regioni virtuose»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1545

Federica Carpineta

Federica Carpineta

ABRUZZO. La Giunta Regionale, su proposta dell’assessore Federica Carpineta, ha approvato ieri la delibera che prevede un nuovo taglio delle auto in proprietà della Regione.

Questo vuol dire un'ulteriore riduzione di 48 autoveicoli. Così, entro i prossimi mesi l'Abruzzo si allineerà alle posizioni delle Regioni più virtuose d'Italia, attestandosi su un parametro di un’auto ogni 15 dipendenti.
Le auto adibite a trasporto di persone della Regione Abruzzo erano 180 nel 2008. Grazie ai tagli già effettuati nel 2011, il numero è sceso a 143. Come rilevato nella nostra inchiesta la Giunta ne ha 11 a disposizione con l’autista più altre 6 per il Consiglio regionale (3 con autista). Le 143 della Giunta sono in larga parte di proprietà: ben 131; 12 sono invece a noleggio. 59 superano la cilindrata 1.900, altre 56 sono tra 1.100 e 1.599.
11 sono Audi e hanno un uso esclusivo con autista e sono probabilmente quelle riservate agli assessori. Le altre 129 vengono utilizzate dai vari uffici, senza autista. Altre 2 escono dal garage con o senza, in base alle esigenze. 108 sono Fiat, 7 Alfa Romeo, 2 Lancia, 4 Rover.
Le 6 vetture del Consiglio regionale, invece sono per metà di proprietà e metà a noleggio; 3 con uso esclusivo dell’autista e 3 senza, 4 con cilindrata superiore a 1.900, 3 Audi e 3 Fiat.
Con la delibera assunta ieri il numero delle auto scenderà a 95 complessive.
Nel corso dell'anno si registrerà un aggiunta di una quarantina di automezzi provenienti dagli Enti Regionali soppressi (ARSSA, APTR e Abruzzo Lavoro) che, una volta inventariate dal Servizio Provveditorato, saranno oggetto di apposita valutazione per la dismissione. La stessa delibera adottata ieri prevede altre importanti novità. E' stata data disposizione al competente servizio di istituire, con mezzi già in possesso, il trasporto cumulativo, come bus-navetta, tra L'Aquila e Pescara. E, sempre lo stesso Servizio provvederà a attivare la procedura per l'uso dell'auto condivisa (car-sharing) che veda coinvolti, attraverso un protocollo d'intesa, i Comuni e le Province.
«Stiamo dando risposte efficaci partendo dalla situazione esistente, che non può prescindere dal dato storico e istituzionale della nostra Regione», commenta Carpineta. «Siamo ora nella condizione di ottenere risparmi attraverso la razionalizzazione sia dei numeri sia delle modalità di utilizzo delle auto di servizio. Siamo consapevoli che così rispondiamo anche alla richiesta di sobrietà che la società abruzzese avanza alla politica regionale. Ricordo che, dopo gli anni passati, interessati da incrementi dei numeri degli automezzi, la giunta Chiodi, per prima, ha cominciato a fare questi tagli e sta proseguendo su questa strada di razionalizzazione e risparmio, perché guardiamo sempre e unicamente agli interessi dei Cittadini abruzzesi».