REDDITI E PATRIMONI

Patrimoni consiglieri regionali: 13 immobili per Prospero, lo studio da commercialista per Chiodi

Beni fotocopia dal 2006

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8745

Antonio Prospero

Antonio Prospero

ABRUZZO. Quanto sono ricchi i nostri consiglieri regionali?

Difficile saperlo. Le dichiarazioni di redditi e beni sono da poco online ma ricostruirli è una vera e propria impresa. Sembrerebbe, infatti, che la situazione patrimoniale (immobili terreni e fabbricati, partecipazione in società, funzioni di amministratore o consigliere società, beni mobili iscritti in registri) dei nostri amministratori regionali sia rimasta pressocchè immutata dal 2007 ad oggi, a parte qualche piccola variazione. Gli assessori preferiscono autocertificare di anno in anno che nessun cambiamento «è intervenuto in rapporto all’ultima dichiarazione presentata e pubblicata sul Bura degli anni precedenti» e «giurano sul loro onore che ciò corrisponde al vero».
Così la dichiarazione del 2010 di alcuni rimanda a quella del 2008, poi a quella del 2007 infine al 2006 (quest’ultima spesso non pubblicata sulla pagina online). Diventa quindi impossibile risalire oltre una certa data e conoscere lo status patrimoniale completo e trasparente.
PrimaDaNoi.it ha cercato di ricostruire il quadro; un lavoro difficile ed incompleto per la frammentarietà dei dati a disposizione. Solo pochi amministratori regionali hanno aggiornato di anno in anno i dati (alcuni hanno acquistato auto, moto, case), altri, soprattutto nel 2010, hanno tirato la cinghia. Dai dati risulta, ad esempio che Antonio Prospero possiede 13 fabbricati a Vasto, Gianni Chiodi non ha macchine ma solo società. Ci sono, infine, consiglieri che certificano lo stesso patrimonio dal 2006 ma la loro scheda non compare; si tratta di Walter Caporale (Verdi), Franco Caramanico (Sel), Alfredo Castiglione (Pdl), Angelo Di Paolo (Rialzati Abruzzo), Nazario Pagano (Pdl), Giuseppe Tagliente (Pdl).

CHI INVESTE SUL MATTONE
Sono tanti i consiglieri regionali che amano gli immobili. E’ il caso di Antonio Prospero (Rialzati Abruzzo) nel 2007 risulta comproprietario di 11 fabbricati a Vasto e proprietario di due fabbricati nella stesa città, Carlo Masci (Rialzati Abruzzo) nel 2007 dichiara 10 fabbricati tra Pescara ed Acciano.
Lo segue a ruota Paolo Gatti (Pdl) che nel 2007 dichiara dieci nude proprietà tra Bellante e Teramo e due proprietà a Teramo. Nicola Argirò Pdl nel 2007 è comproprietario di 6 fabbricati a San Salvo.
Poi c’è Walter Di Bastiano (Pdl) che dichiara 6 fabbricati di sua proprietà ad Avezzano, di cui uno con usufrutto nel 2007. Non se la passa male Giuseppe Di Pangrazio (Pd) che risulta nel 2007 comproprietario di due fabbricati ad Avezzano. Mauro Febbo (Pdl) invece dichiara di essere proprietario di un fabbricato a Chieti, di una nuda proprietà su due fabbricati a Chieti e a San Salvo.
Emilio Nasuti (Fli) nel 2007 ha 5 fabbricati di proprietà a Castel Frentano e Lucrezio Paolini (Idv) è comproprietario di 4 fabbricarti a Francavilla al Mare e due a Giuliano Teatino; nel 2010 il suo patrimonio resta lo stesso, in compenso sua moglie acquisisce 4 fabbricati a Giuliano Teatino.
Le cose vanno bene anche ad Alessandra Petri (Pdl) che nel 2007 risulta essere comproprietaria di un fabbricato a Spoltore, di uno a Pescara, di un fabbricato a Pula (Ca) e possiede l’ usufrutto su 6 fabbricati a Cagliari.

CHI AMA LA TERRA
Lanfranco Venturoni (Pdl) nel 2007 dichiara 7 terreni a Teramo, seguito da Federica Carpineta (Pdl) che nel 2007 ha terreni a Francavilla (nuda proprietà) e Camillo D’Alessandro (Pd) che ha un appezzamento ad Arielli. Anche Giuseppe Di Pangrazio (Pd) ama la terra: è comproprietario di 4 terreni ad Avezzano, mentre Paolo Gatti ha 4 terreni a Bellante ed uno a Teramo.

CHI VUOLE STARE IN SOCIETA’
Il presidente Gianni Chiodi attesta che il suo patrimonio è lo stesso dal 2006. Dai dati disponibili sulla sua pagina online non risultano macchine o terreni ma due fabbricati a Teramo ed uno in leasing e varie società: la Chiodi Tancredi e partners, Pedicone Spa, Las Mobili, Dmp Electronics, Mma srl.
Anche Nicola Argirò partecipa ad Autoservizi Cerella srl, Mario Argirò srl, Automatic Sud, Carsa Sas ed altre società. Ricardo Chiavaroli (Pdl) nel 2007 risulta avere quote di Enel, Deutsch Telecom, Caltagirone Editore e Federcia Chiavaroli (Pdl) nel 2009 partecipa a Iniziative Italia srl, Finaf srl , Centro culturale Abruzzo srl. Infine Lanfranco Venturoni prende parte alla Te.Am e Giuseppe Di Pangrazio è proprietario di una ditta individuale con sede in Avezzano.

CHI CAMBIA AUTO
Franco Caramanico (Sel) nel 2008 ha acquistato una Fiat Panda, Federica Carpineta possiede una Smart ed una Fiat 500, Ricardo Chiavaroli nel 2009 ha acquisto una Tiguan, Camillo D’Alessandro nel 2009 si è accontentato di un’ Audi A6 di seconda mano.
Viaggiano comodi Luigi De Fanis (Pdl) che si sposta in Mercedes e Walter Di Bastiano che nel 2007 dichiarava una Honda ed una Porsche. Gianfranco Giuliante nel 2007 aveva una Mercedes, Antonio Menna attestava una BMW ed un’ Audi A4 e Berardo Rabbuffo (Fli) oltre alla Bmw, dichiarava un gommone. 

2010: SI TIRA LA CINGHIA
Si contano su un palmo di mano i consiglieri ed assessori che hanno modificato e/o incrementato lo nel 2010. Si tratta di Ricardo Chiavaroli del Pdl che ha ceduto un immobile citato nella precedente dichiarazione e ne ha acquisito uno al 50% nel 2011; anche Carlo Costantini ha ceduto un immobile in data 27.7.2010 a Pescara di cui era proprietario al 25% ed una Fiat Croma.
Giorgio De Matteis ha acquistato un’ abitazione al 50%, Emiliano Di Matteo è diventato proprietario del fabbricato ad Anarcano di cui prima era comproprietario mentre sua moglie ha ottenuto un fabbricato a Tortoreto. Berardo Rabbuffo dichiara un appartamento nel Comune di Campli ed un terreno seminativo, mentre Mainella Sclocco è diventata proprietaria di un immobile a Pescara.Giuseppe Di Pangrazio, invece, ha preferito una moto usata dell'anno 2000 (marca Honda).
Lucrezio Paolini, infine, dichiara lo stesso patrimonio dell’anno precedente. Sua moglie, invece, è diventata proprietaria a San Giuliano Teatino di un'abitazione, un'autorimessa e due locali commerciali più una Renault Scenic.

Marirosa Barbieri

CHIODI RUOLO IN SOCIETA' NELLA VESTE DI COMMERCIALISTA

Il presidente Gianni Chiodi ci invia questa nota di rettifica: 

Nell'articolo si indica erroneamente il presidente della Regione, Gianni Chiodi, come titolare di diverse società, si rende noto che lo stesso Presidente, nella sua veste di dottore commercialista, solo in passato ha  avuto ruoli di componente il collegio sindacale. Pertanto, il presidente della Regione non possiede quote e non è socio delle società indicate ad eccezione di quella relativa al suo studio professionale.

QUI IL FILE PUBBLICATO SUL SITO DELLA REGIONE