TRASPARENZA

Regione, ecco i redditi 2010: Prospero il più ricco, Di Paolo + 90.202 euro

Pubblicati da qualche giorno i dati riferiti al 2010

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8892

Regione, ecco i redditi 2010: Prospero il più ricco, Di Paolo + 90.202 euro
ABRUZZO. Siamo nel 2012 ed i dati aggiornati sul sito web della Regione sono relativi al 2010.

Dopo i Ministri e gli alti funzionari di Stato anche i consiglieri e gli assessori regionali abruzzesi arrivano “puntuali” alla dichiarazione dei redditi online.
Patrimoni fotocopia rispetto agli anni passati, redditi in calo (in alcuni casi di migliaia di euro) e pochi incrementi di ricchezza (a parte qualcuno, i consiglieri e gli assessori non hanno messo mano al portafoglio). Questa la tendenza del 2010 ma non mancano le sorprese come alcuni in controtendenza, che vedono aumentare vertiginosamente il loro reddito.
Stavolta rispetto all’altra nessuna defezione, né mancano files, cifre e contenuti, nessuna caccia all’introvabile.

C’E’ CHI SCENDE
Nella dichiarazione dei redditi 2010 si registra una generale diminuzione. C’è chi vede ridursi il suo portafoglio di poche centinaia di euro, come Maurizio Acerbo (Rc) che passa da 105.526 euro del 2009 ai 105.335 del 2010 ( la sua retribuzione al netto delle tasse per il 2010 corrisponde a 66.420 euro di cui ho versato al partito 52.600 euro. Per cui rimangono 13.820.) e Nicola Argirò (Pdl) da 140.702 euro a 140.416 euro, Antonio Saia (Comunisti italiani) da 202.436 euro a 202.310 euro, chi come Walter Caporale (Verdi) da 109.516 euro a 107.399 euro e Giuseppe Di Luca (Pd) da 85.632 euro a 84.716 euro, rinunciano a qualche migliaia di euro.
Non va meglio a Federica Chiavaroli (Pdl) che balza dai 105.000 euro del 2009 ai 98.000 euro del 2010, anche il presidente Gianni Chiodi perde una bella cifra passando da 245.649 a 200.185 euro. Lo segue Gianfranco Giuliante (Pdl) da 127.811 euro a 105.472, Giandonato Morra (Pdl) da 119.223 euro a 111.084 euro, Nazario Pagano (Pdl ) da 150.582 euro a 111.506

…E CHI SALE
Per alcuni, invece, il 2010 è stata una buona annata che ha portato un incremento di budget. E’ il caso di Alfredo Castiglione (Pdl) passato dai 134.720 euro ai 135.955 euro.
E’ lievitato anche il reddito di Paolo Palomba (Idv) da 67.708 euro a 91.582 euro e di Lorenzo Sospiri (Pdl) da 87.016 euro a 104.297 euro.
Si può parlare di veri e proprie "esplosioni" nel caso di Angelo Di Paolo (Rialzati Abruzzo) ed Emilio Iampieri (Pdl) che nella dichiarazione 2009 calavano a picco rispetto a quella 2008, mentre in quella 2010 risalgono la china.
E Infatti Di Paolo passa dai 104. 643 euro nel 2008 ai 23.613 del 2009 per poi crescere a 113.815 euro nel 2010 ed Emilio Iampieri va da 16.816 nel 2008 ai 6.894 nel 2009 ai 62.6981 nel 2010.
C’è infine Luca Ricciuti che si astiene dal fornire la dichiarazione per una proroga cratere terremoto. L’unico che mantiene invariato il suo reddito è Giovanni D’Amico con i suoi 114.730 euro nel 2009 e nel 2010.

“RICCHI” E “POVERI”
Il 2010 a guardare i dati non è stata, per alcuni consiglieri, una annata d’oro rispetto al 2009. Il più ricco si riconferma Antonio Prospero, il più povero Emilio Iampieri, proprio come nella classifica passata.
Antonio Prospero (di Rialzati Abruzzo) ed Antonio Saia dei (Comunisti italiani) hanno il reddito più elevato. Nel 2010 Prospero ha incassato 229.735 euro rispetto ai 232.505 euro del 2009, segue Saia con 202.310 euro rispetto ai 202.436 della precedente dichiarazione; Lanfranco Venturoni che era tra i primi tre nella vecchia classifica 2009 perde terreno e cala alla terza posizione (dai 203.236 del 2009 ai 200.747 euro). Si deve accontentare di una quarta posizione Giovanni Chiodi che svettava in cima alla classifica 2009 con i suoi 245.649, sceso ai 200.185 nel 2010. E ancora Mauro Febbo (Pdl) incassa 178.269 rispetto ai 175.112 euro. Infine c’è Carlo Costantini (Idv) che ha un reddito pari a 172.318 euro; tutti gli altri oscillano tra i 150.000 ed i 104.000 euro.
Tra i più poveri figurano Emilio Iampieri (Pdl) con i suoi 62.691 euro, Giuseppe Tagliente (Pdl) con 82.045 euro, Luigi Milano (Api) con 84.005 euro, Giuseppe Di Luca (Pd) che ha 84.716 euro e Claudio Ruffini (Pd) che ottiene 91.470 euro.

CHI HA GUADAGNATO DI PIU’?
Il 2010, a guardare i dati, è stata una annata di calo per alcuni, una manna dal cielo, per altri.
Angelo Di Paolo ha incassato ben 90.202 euro in più nel 2010 rispetto al 2009 (in cui invece registrava un -67,43%), Emilio Iampieri + 55.797 (a differenza del -59% nel 2009), Lucrezio Paolini nel 2010 registra un +24.570 euro, Paolo Palomba +23.874, Carlo Masci +16.460 euro, Cesare D’Alessandro +8.398 euro,Carlo Costantini +7.444, Mauro Di Dalmazio +6.687 euro.
Perdono ricchezza, invece, Gianni Chiodi (-45.464), Nazario Pagano Pdl con un -39.076, Gianfranco Giuliante ( – 22.339 euro), Antonio Menna (-11.694).

I COLORI DELLA RICCHEZZA
I gruppi di partito che registrano più ricchezza nel 2010 sono Rialzati Abruzzo (Antonio Prospero), Pdl (Lanfranco Venturoni, Gianni Chiodi, Mauro Febbo Walter Di Bastiano), seguono Comunisti italiani (Antonio Saia) ed Idv (Carlo Costantini).
Marirosa Barbieri