SCIOPERO

Lunedì 5 marzo Poste in sciopero in Abruzzo

«Carenza d’organico e troppe pressioni sui dipendenti»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2641

Lunedì 5 marzo Poste in sciopero in Abruzzo
ABRUZZO. Sciopero delle poste lunedì prossimo, 5 marzo.

La nuova riorganizzazione messa in atto unilateralmente dalla Divisione Mercato Privati anche in Abruzzo non piace alle organizzazioni sindacali. Slp-Cisl, Uil-Post, Sailp-Confsal e Ugl-Com hanno dichiarato in tutta la regione uno sciopero di due ore ( all’inizio di ogni turno lavorativo). Per questo motivo in numerosi posti di lavoro nei giorni scorsi si sono tenute le assemblee dei dipendenti, «che sono i primi a rendersi conto», assicurano i sindacati, «di quanto le scelte imposte da Roma siano lontane dalla realtà abruzzese».
In particolare le organizzazioni sindacali contestano alle Poste: «i nuovi orari al pubblico attuati negli Uffici Locali e in quelli dedicati alle Imprese; la notevole carenza di organico; le nuove responsabilità scaricate sui dipendenti con il manuale della sicurezza; i sistemi di incentivazione e le innumerevoli pressioni che vengono esercitate sui dipendenti; la fruizione delle ferie elargite al di fuori di qualsiasi accordo sindacale; la riorganizzazione del settore commerciale che allontana sempre di più dalla linea di vendita le figure dedicate».
Tutte condizioni che, a parere di Slp-Cisl, Uil-Post, Sailp-Confsal e Ugl-Com, non vanno verso gli interessi della clientela, «sempre più insofferente alle estenuanti file che è costretta a subire per svolgere anche le più semplici operazioni di sportello».