LA NOSTRA INCHIESTA

Abruzzo, sito web Protezione Civile non aggiornato: fermi all’emergenza alluvione

Marche e Molise si danno da fare: notizie e bollettini in tempo reale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

10069

Abruzzo, sito web Protezione Civile non aggiornato: fermi all’emergenza alluvione
ABRUZZO. Mentre in Abruzzo il sito web della Protezione Civile “è ancora alle prese” con le emergenze di qualche tempo fa, i portali della Regioni vicine pullulano di notizie, aggiornamenti in tempo reale e bollettini sull’emergenza neve.

Nella nostra Regione mancano spunti, riferimenti, aggiornamenti. Un disservizio che si somma ai tanti di questi giorni.
I siti di Marche e Molise brillano per la precisione. Il Lazio se la cava con avvisi sommari, l’Umbria in coda alla classifica.

INDIETRO NEL TEMPO
Sulla pagina web della Protezione civile della Regione Abruzzo non c’è alcuna notizia sul maltempo che sta imperversando sulla regione.  Mancano spunti e riferimenti, news non aggiornate. C’è un bollettino meteo inattivo per chi cerca notizie su neve, ghiaccio e autostrade. Unici appigli i numeri verdi (800.861.016, 800.860.146).
La sezione 'news' del sito non viene aggiornata da tempo, sulla bacheca figurano ancora avvisi datati come l’approvazione delle procedure operative per l'autorizzazione sismica o deposito sismico, o la microzonazione sismica, fino a notizie più vecchie risalenti al 2010 o 2008.
La sezione “Neve e valanghe” contiene definizioni enciclopediche. «Si definisce valanga», si legge, «il movimento rapido di una massa nevosa, con volume superiore a 100 m3 e una lunghezza maggiore a 50 metri che avviene quando sulla massa di neve si verifica un aumento delle forze traenti e/o una diminuzione di quelle resistenti ». Segue un elenco dettagliatissimo sulle tipologie e pericolosità delle valanghe.
Alla voce “Gestione emergenze”, c’ è ancora lo stato di emergenza relativo all’alluvione del 6 e 7 ottobre 2007, poi una descrizione sulla “encomiabile” gestione delle emergenze «che assicura l'acquisizione e l'aggiornamento dei dati utili alla previsione, alla prevenzione e alla riduzione dei rischi di origine naturale e antropica e che, in caso di emergenza, coordina le attività necessarie al suo superamento».
Nella sezione “previsioni meteo"  il bollettino meteo è inattivo,si specifica però che è stato realizzato sulla base delle previsioni meteorologiche numeriche del Centro di Eccellenza CETEMPS dell'Università di L'Aquila. 

MARCHE: AGGIORNAMENTO ORA PER ORA
I siti web di regioni limitrofe colpite dal maltempo, come Molise e Marche, forniscono una apposita sezione di stato di allerta per i cittadini. Il sito della Protezione Civile marchigiana è di tutt’altro tenore, rispetto a quello della cugina Abruzzo. In prima pagina campeggia lo stato di emergenza neve con aggiornamenti in tempo reale. Una cartina con scala cromatica mostra le condizione meteorologiche di normalità, attenzione emergenza nelle principali città marchigiane. La grafica dei due siti (Marche e Abruzzo) è più o meno la stessa: sezioni sismico, meteo, idrogeo incendi, ma i contenuti sono diversi. Il bollettino meteo descrive i cambiamenti e le perturbazioni ora per ora. L’ultimo aggiornamento risale a stamattina alle 9.00.
La pagina contiene le temperature osservate e previste per la giornata odierna località per località da Urbino a Pesaro a Macerata a Jesi, Osimo Senigallia, le previsioni per martedì, mercoledì e giovedì.

MOLISE: MASSIMA ALLERTA
Anche sulla homepage della Protezione Civile del Molise campeggia l’avviso sullo stato di massimo allerta per criticità meteo. «Estesa la fase di pre-allarme a tutta la giornata di lunedì 6 Febbraio 2012», si legge. Poi si passa ad un quadro generale delle condizioni: «dalle prime ore di domani 6 febbraio e successive 24-36 ore persistono nevicate da sparse a diffuse, fino a quote di pianura con accumuli da deboli a localmente moderati».  Informazioni anche sulla viabilità ed i disagi nei centri abitati, la riduzione della visibilità durante i fenomeni più intensi e possibili danni localizzati alle strutture per consistenti accumuli nevosi. La Sala Operativa ed il Centro Funzionale Regionale della Protezione Civile del Molise, si legge in pagina, «continuerà ad essere attivi h24 mettendo a disposizione anche il numero verde 800120021». Poi, si scende nel dettaglio con l’avviso di allerta, le dichiarazioni dello stato di grave pericolosità sul territorio del Molise, il decreto di chiusura scuole, uffici pubblici regionali.

LAZIO ED UMBRIA: DRITTI AL PUNTO
Il sito della Protezione Civile della Regione Lazio  contiene informazioni sommarie e qualche avviso qua e là. In pagina scorrono notizie sulla chiusura di scuole ed uffici pubblici a Roma, mentre gli avvisi sulle condizioni meteorologiche avverse sono aggiornati al 4 febbraio. Per le emergenze, si legge, «contattare il numero verde 800012283».
Le informazioni sulle condizioni meteo ed emergenza neve scarseggiano del tutto sul sito della Protezione Civile umbra. Unico avviso è quello che annuncia l’ondata di freddo gennaio febbraio 2012 . Poi, si passa ad un bollettino ufficiale e non aggiornato in tempo reale.
Insomma per l'ennesima volta l'Aruzzo che investe centinaia di milioni di eruo in informatica e siti web vuoti e inutili continua a distingersi per la pessima figura dimostrando una antipatia endemica verso le nuove modalità di comunicazione. Perchè dunque investire tanto denaro pubblico per servizi inesistenti? Quanto è costato e a che serve il sito della protezione civile della Regione Abruzzo? Perchè i siti isituzionali non sono stati utilizzati come strumento diretto di comunicazione? Anche il web istituzionale delle amministrazioni pubbliche è congelato...
Marirosa Barbieri