PRIVACY

Safer Internet Day: Polizia di Stato e Google per la sicurezza online

In Abruzzo incontro con gli studenti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2620

Safer Internet Day: Polizia di Stato e Google per la sicurezza online
INTERNET. Una serie di incontri scolastici con Google e Polizia sulla sicurezza e privacy online. Anche quest’anno gli studenti delle scuole celebreranno il Safer Internet Day 2012, il 7 febbraio.

 L’Abruzzo come lo scorso anno si prepara al progetto. Già 10 gli incontri tenuti quest’anno.
«Un’iniziativa importante», commenta Pasquale Sorgonà, dirigente del compartimento regionale per la Polizia Postale e delle Comunicazioni Abruzzo, «per ragazzi e genitori». Il progetto comprende l’iniziativa “Non perdere la bussola” che prevede diversi incontri tra ragazzi e Polizia Postale e delle Comunicazioni dal tema "Connettere le generazioni educandosi a vicenda: insieme, per un mondo digitale più sicuro”.
Si tratta di un percorso formativo avviato nel 2009 dalla collaborazione tra Google e la Polizia Postale e delle Comunicazioni. Obiettivi: la sensibilizzazione e formazione dei giovani tra i 13 e i 18 anni sui temi della sicurezza in Internet e sull’uso responsabile del Web. In particolare si insegna a navigare in Rete e frequentare YouTube e social network senza correre rischi connessi alla privacy, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright.
Quest’anno nella nostra regione la polizia postale ha organizzato 10 incontri (nei mesi dicembre e gannaio) presso la scuola media “Tinozzi”, il Liceo Classico G. D’annunzio di Pescara e molti altri in cantiere.
«Una media di un centinaio di ragazzi per ogni incontro», racconta Sorgonà, «in cui abbiamo spaziato da argomenti come social network in generale, ai reati legati alla diffamazione sul Web. Di solito durante gli incontri utilizziamo le slides ed i ragazzi sono sempre molto interessati. Ogni appuntamento dura circa un’ora e mezzo due. Il dato negativo è il disinteresse dei genitori a queste tematiche».
Lo scorso anno scolastico la Polizia postale abruzzese ha effettuato quasi 50 incontri in tutta la regione, diretti non solo agli studenti ma anche a genitori e docenti, per un totale di circa 6500 partecipanti.
L’insegnamento durante l’orario scolastico è a cura degli agenti della Polizia Postale nelle scuole che ne hanno fatto richiesta. Sono previsti altresì incontri dedicati a genitori e formatori.
L’ impegno di Google sul tema sicurezza e della protezione della privacy si concretizza anche attraverso il ‘Centro per la sicurezza online della famiglia”  e il “Centro sulla Privacy”, spazi in cui giovani, genitori e insegnanti possono trovare strumenti e consigli utili per un uso responsabile del web.