Parco marino del Cerrano, la Fab: scongiurare la protesta dei pescatori

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1128

Parco marino del Cerrano, la Fab: scongiurare la protesta dei pescatori
ABRUZZO. «Occorre disinnescare le tensioni che si vanno accumulando e scongiurare manifestazioni di protesta».

Perchè il segretario regionale della Fab- Cna, Cristiano Tomei, è certo: «si rischia di oscurare, agli occhi della pubblica opinione, eventi straordinari per la vita della nostra regione come la creazione del primo parco marino tra Pineto e Silvi».
Per il segretario, dunque, «l'annunciata “invasione” di inizio agosto dei vongolari abruzzesi nel cuore della riserva naturale del Cerrano, potrebbe infliggere un colpo mortale all'immagine di una iniziativa dal valore strategico per la futura promozione turistica dell'Abruzzo».
«Il fatto che questo avvenga nell'aperta e dichiarata ostilità di una categoria produttiva, come quella dei pescatori – prosegue il segretario dei balneatori Cna - è un fatto negativo: per questo, le istituzioni interessate, a cominciare dal neonato ente gestore della riserva, devono aprire subito un tavolo di confronto con tutte le categorie interessate, e dunque non solo gli operatori della pesca, per tentare di conciliare ove sia possibile e senza pregiudicare il valore del parco marino, le diverse esigenze in campo».
«E' evidente tuttavia – conclude- che la nascita della riserva, sulla scorta di quanto avvenuto in realtà analoghe, nasce proprio sulla scorta di esigenze di tutela paesaggistica e faunistica. Criteri che rimangono punti di riferimento imprescindibili, allo stesso modo di quanto accaduto per la creazione di aree protette in territorio montano».

27/07/10 11.32

[url=http://www.primadanoi.it/notizie/25325-Una-vongola-doc-per-il-Cerrano-per-tutelare-i-pescatori]LA VONGOLA DOC PER TUTELARE I PESCATORI[/url]

[url=http://www.primadanoi.it/notizie/7040-Salviamo-i-vongolari-della-costa-teramana]LE PROTESTE DELLE SCORSE SETTIMANE[/url]