Nucleare, arriva l'Agenzia per la sicurezza

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2510

ABRUZZO. Un nuovo passo avanti verso il nucleare. Nasce l' Agenzia per la sicurezza nucleare con lo statuto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Mentre non si conoscono ancora i siti italiani dove potrebbero sorgere nuove centrali nucleari (si ipotezzi che ne possa sorgere una anche in Abruzzo) viene ufficializzato lo statuto dell'Agenzia, formato da 2 articoli, che fissa «finalità e compiti istituzionali» dell'organismo, che - si legge nell'articolo 1 - è un Ente di diritto pubblico dotato di personalità giuridica e di autonomia tecnica, scientifica, amministrativa e contabile e soggetto al controllo della Corte dei Conti».
L'Agenzia - si legge nello statuto - svolge le funzioni e i compiti di autorità nazionale unica per la regolamentazione tecnica, il controllo e l'autorizzazione delle attività concernenti gli impieghi pacifici dell'energia nucleare, detenzione, il trattamento, in condizionamento, il trasporto, lo stoccaggio e lo smaltimento dei rifiuti radioattivi e la gestione dei materiali nucleari provenienti sia da impianti di produzione di elettricità sia da attività mediche, industriali e di ricerca, la protezione dalle radiazioni, la protezione fisica passiva degli impianti e delle materie nucleari, nonchè le funzioni e i compiti di vigilanza sulla costruzione, l'esercizio, lo smantellamento a fine vita e la salvaguardia degli impianti e dei materiali nucleari, comprese le loro infrastrutture e la logistica.
L'Agenzia assicurerà anche «lo svolgimento degli adempimenti derivanti dagli obblighi internazionali assunti dall'Italia sulle salvaguardie per le materie prime nucleari degli impianti e dei materiali nucleari» e curerà «ogni iniziativa utile alla corretta, continua e tempestiva informazione della popolazione circa la sicurezza dell'impiego dell'energia nucleare a fini civili».
«Con la pubblicazione dello Statuto dell'Agenzia per la sicurezza nucleare l'Italia compie un passo fondamentale verso una nuovo assetto energetico che porterà al paese sicurezza, minori costi, tutela dell'ambiente», ha commentato il segretario dell'associazione italiana nucleare (In), Enzo Gatta, secondo il quale ora «occorre proseguire su questa strada senza indugio e dare spedita attuazione alla nomina dei vertici dell'Agenzia, completando così il quadro regolatorio. L'Agenzia costituirà un punto di riferimento per i cittadini, gli operatori e l'industria italiana, per la rinascita nucleare del Paese».

08/07/2010 16.38