Uffici Regione, una indagine per scoprire costi, spazi e necessità

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3157

L'AQUILA. La Giunta regionale ha approvato la delibera 516 del 28 giugno del 2010 per verificare se esistano nel territorio di Pescara immobili per tamponare l'emergenza di spazi a disposizione degli uffici della Regione.



Nelle intenzioni dell'amministrazione pubblica, infatti, ci sarebbe la volontà di svuotare sedi come quella di viale Bovio e sistemarle con adeguata messa a norma, o di riunire insieme nei 13.000 mq sia gli uffici contenuti in questi immobili sia quelli attualmente ubicati in sedi in affitto o, infine, di sistemare, nei 20.000 mq di un'unica sede, tutti gli uffici regionali di Pescara.
Ma quanto spende la Regione per gli immobili che occupa?
Secondo una stima ferma al 2005 ogni anno se ne andrebbero circa 1.2 milioni di euro.
Da qui anche l'idea di costruire la sede e eliminare la voce 'affitti', una ipotesi oggi naufragata e si cerca di correre ai ripari.
Adesso, con la delibera approvata, si vuole fare una indagine per conoscere se queste soluzioni ci sono e quanto costino come prezzo d'acquisto o come costo di locazione o come costo di affitto con riscatto finale dell'immobile.
«La Regione non avrà alcun vincolo», assicura l'assessore Federica Carpineta. «Cioè, la Regione non dovrà né affittare né acquistare gli immobili che dovessero eventualmente risultare adeguati e disponibili al termine dell'indagine. Fatta questa indagine - che per trasparenza è stata affidata alla Direzione Regionale competente - la Regione valuterà se, e a quali ulteriori condizioni contrattuali, possa avvenire la presa in locazione o l'acquisizione di immobili così descritti».
Perché la Regione ha deciso questa indagine? «Perché, oltre al problema emergente di alcuni stabili ed anche alle effettive necessità di archiviazione dei documenti», spiega ancora Carpineta, «vi è anche e soprattutto l'intento di razionalizzare la spesa, cioè di risparmiare i soldi della Regione. E' un argomento, questo, che interesserà i cittadini abruzzesi in quanto contribuenti».

08/07/2010 16.18