Spiagge pulite: da oggi volontari Legambiente al lavoro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2494

ABRUZZO. I volontari di Legambiente danno il consueto benvenuto all’estate con la giornata di volontariato in cui spiagge e fondali vengono ripuliti dai rifiuti abbandonati.


«Chiederemo, litorale dopo litorale, – dichiara Antonio Sangiuliano, della segreteria regionale – un rispetto maggiore per la percentuale di spiagge libere prevista dalla legge regionale, e che le stesse siano dislocate in maniera più bilanciata lungo tutto il territorio, con maggiore attenzione per la raccolta differenziata, per la garanzia della sicurezza dei bagnanti, per la promozione del turismo sostenibile e l'accessibilità. Il focus dell'iniziativa Spiagge e Fondali Puliti 2010 è infatti sulle barriere architettoniche, sulla discriminazione di cui sono vittime i disabili in carrozzina che quasi ovunque non hanno nessuna possibilità di raggiungere la battigia. Ci uniamo alla campagna di sensibilizzazione dell'associazione Handiamo per la promozione di una cultura dell'inclusione, per avere un contesto sociale privo non solo di barriere architettoniche ma soprattutto di quelle culturali».
Tradizionalmente nell'ultimo weekend di maggio, Legambiente dà appuntamento lungo il litorale a tutti gli amanti del mare per contribuire con un gesto concreto alla tutela dell'ecosistema marino. L'obiettivo è sensibilizzare i cittadini meno attenti e invitarli a non sporcare, ed influenzare le amministrazioni pubbliche affinché investano maggiori energie per controllare e difendere il territorio da abusi e illegalità.
«Troppo spesso – conclude Antonio Sangiuliano – il mare e le spiagge vengono scambiate per un'immensa discarica a cielo aperto dove abbandonare impunemente i propri rifiuti, che diventano una vera minaccia per l'incolumità dei bambini ed inquinano e deturpano le nostre bellissime coste. Nessuno pare preoccuparsi del fatto che i tempi di biodegradazione di un fazzoletto di carta è di 4 settimane, di una buccia di banana oltre due anni, mentre di una lattina di alluminio ben 200 anni e quelli di una bottiglia di plastica quasi mille».
Quattro le iniziative principali: si svolgeranno ad Alba Adriatica il 28 maggio; a Francavilla al mare il 30 maggio e a Martinsicuro e a Giulianova il 5 giugno.
Venerdì 28 maggio ad Alba Adriatica l'iniziativa promossa dal Comune segue quella del circolo che ha già avuto luogo il 20 maggio.
L'appuntamento è alle 9.30 alla rotonda Nilo (lungomare Marconi) ed avrà luogo lungo l'arenile destinato a spiaggia libera antistante la bambinopoli comunale.
La pulizia della spiaggia e le attività di educazione ambientale verranno condotte insieme alla Scuola primaria di primo grado e Villa Fiore dell'Istituto comprensivo.
Domenica 30 maggio a Francavilla al Mare ci si ritrova tutti in via F. P. Tosti vicino al caffè Tosti per incontrare i volontari dei circoli di Legambiente Le Diomedee e di Atessa.
Oltre alla pulizia delle spiagge saranno realizzati laboratori didattici e giochi in spiaggia. L'iniziativa si svolge in collaborazione con il Comune di Francavilla al Mare e le associazioni Voce del Foro, Buendia ed Exclamè.
Sabato 5 giugno il comune di Martinsicuro in collaborazione con il Centro di educazione Ambientale "Scuola Blu", il Circolo Nautico Amici del Mare, il Biotopo di Martinsicuro, organizza Spiagge e Fondali Puliti nel lungomare Europa Sud, e presso il lido di Giulianova, in collaborazione con il Comune e all'assessorato all'Ambiente, il circolo locale di Legambiente organizza Spiagge Pulite alla foce del fiume Salinello.

28/05/2010 8.28