Terremoto, un tavolo tecnico per studiare la ripresa economica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1950

L'AQUILA. La ripresa economica dei territori colpiti dal sisma del 6 aprile e le connesse proposte da inviare al Governo.


Sono stati questi gli argomenti dell'incontro che il commissario delegato per la ricostruzione, Gianni Chiodi, ha tenuto ieri con la stampa.
«Abbiamo bisogno di maggior sostegno per la vicenda dannosa del terremoto. Sarebbe velleitario pensare che ci sia una situazione di privilegio, ma il Governo nazionale dovrebbe tenere la situazione dell'Aquila distinta dal resto della Nazione», ha detto Chiodi. 
Per affrontare il problema della ripresa economica è stato istituito un comitato per le attività produttive, composto da tutte le associazioni di categoria, dall'industria al commercio, all'artigianato, alle cooperative, nonché dalle organizzazioni sindacali.
Si tratta di un tavolo economico che studia le varie possibilità e la sostenibilità delle proposte e farà quindi le scelte necessarie per affrontare il percorso di sviluppo e di rilancio dell'economia.
Le proposte saranno presentate presto al Governo centrale dal commissario Chiodi. «E'importante ribadire con forza – ha continuato – che la proroga della sospensione delle tasse è la strategia principale per rivitalizzare le attività produttive dei territori interessati, ma è essenziale risolvere anche il problema del credito, prevedendo delle possibilità normative che tengano conto delle difficoltà contingenti. In particolare l'attenzione deve essere rivolta agli imprenditori e quindi alle partite IVA. Dai prossimi incontri del tavolo usciranno documenti unitari e condivisi».
Chiodi ha ribadito infatti la volontà di lavorare insieme, al di là degli interessi delle varie corporazioni.
«La ripresa economica dell'Aquila – ha concluso – dipende dallo Stato solo per i fondi; per il resto dipende dalla comunità aquilana».
Intanto ieri un'informativa per segnalare l'occupazione abusiva di alcuni locali inagibili all'interno del complesso dell'ex ospedale psichiatrico di Collemaggio, all'Aquila, è stata inoltrata dalla Asl alle autorità competenti.
Secondo l'informativa, alcuni dei locali di appartenenza della direzione sanitaria sono stati per mesi sede di alcuni tra i movimenti cittadini, come il comitato "3e32", sorti spontaneamente dopo il sisma, e questo in maniera non autorizzata.
Per il prossimo 22 maggio, invece, è stata organizzata "Musica e Teatro per i diritti", una giornata gratuita di musica e teatro organizzata dal CISP-Sviluppo dei Popoli nell'ambito della campagna "L'educazione fa crescere i diritti", con il contributo del Ministero degli Esteri, il patrocinio del Comune e della Provincia di L'Aquila e della Regione Abruzzo, e le associazioni Artisti Aquilani, Arzibanda, La Carovana e El Vagon Libre.
L'appuntamento si terrà presso il piazzale della Basilica di Collemaggio a L'Aquila.
«L' obiettivo - spiegano Marinella Fasanella, responsabile della campagna, e Giordana Francia, responsabile programmi Italia CISP - e' quello di far capire ai giovani e ai meno giovani che l'educazione non puo' essere considerata un particolare insignificante nella vita di un popolo o di un essere umano, perche' l'educazione 'organizza' l'umanita', insegna a vivere, libera cio' che e' sommerso, e' duratura e valorizza lo spirito creativo, le energie morali di bambini, donne e uomini, ovunque».
18/05/10 11.05