Wwf. L’Ora della Terra anche in Abruzzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3473

ABRUZZO. Sabato 27 marzo è “L’Ora della Terra”, l’evento mondiale del WWF che vedrà migliaia di città e monumenti di 120 paesi spegnersi per un’ora (dalle 20.30 alle 21.30) richiamando l’attenzione sui problemi del clima, sull’utilizzo dell’energia sostenibile e sugli stili di vita dei cittadini “a basso consumo di carbonio”.



Dopo che il vertice di Copenaghen del dicembre scorso non ha comportato un impegno concreto per fermare i cambiamenti climatici, la grande partecipazione all'evento dimostra come l'umanità sia invece più consapevole e determinata a ottenere un mondo che riduca drasticamente le emissioni di CO2, alla base del riscaldamento globale, per vincere la più grande sfida ambientale del nostro tempo.
In Italia il 30% della spesa energetica dipende dalle nostre case, che sono responsabili di circa il 27% delle emissioni nazionali di gas serra.
Ogni famiglia di 4 persone consuma per la casa circa 1,8 tep (tonnellate equivalenti di petrolio) all'anno, per l'uso di combustibili e di energia elettrica. Più della metà di tale consumo è assorbito dal riscaldamento. Inoltre, di tutta l'energia consumata in una stagione per riscaldare un edificio, una buona parte viene dispersa dalle strutture (tetto, muri, finestre) ed una parte dall'impianto termico (rendimento).
Questi consumi possono essere drasticamente ridotti. Spegnere la luce per un'ora in occasione dell'Ora della Terra è un gesto simbolico, ma è un'occasione per pensare quanto possiamo fare.
L'evento centrale per l'Italia si svolgerà a Roma dove si spegnerà per la prima volta la Fontana di Trevi.

L'ORA DELLA TERRA NEI COMUNI IN ABRUZZO

Se in Italia sono stati tantissimi i Comuni che hanno aderito e parteciperanno alla manifestazione in Abruzzo l'adesione è stata altissima.
Segnaliamo la partecipazione all'evento dei maggiori comuni abruzzesi, in particolare quelli della costa, di questi tempi particolarmente sensibili al tema energetico per i problemi che i permessi di ricerche petrolifere (a terra e a mare), concessi senza limite dal Governo nazionale, stanno creando.
I Comuni coinvolti sono: a Pescara si spegneranno il Ponte sul mare e la Torre civica, a Chieti il Teatro Marrucino, a Teramo il Palazzo comunale, a Montesilvano Piazza Battisti, a Roseto degli Abruzzi Piazza della Repubblica, a Pineto Villa Filiani, a Giulianova Piazza della Libertà, a Città Sant'Angelo il Campanile della Collegiata, ad Atri Piazza Duchi d'Acquaviva, a Francavilla al Mare il Museo Michetti ed il Pontile al
mare, a Vasto il Castello Caldoresco, a Loreto Aprutino il Palazzo del Comune, a Lanciano la Cattedrale, la Torre Civica ed il Municipio, ad Ortona il Castello Aragonese, a Fossacesia l'Abbazia di San Giovanni in Venere, a San Salvo il Monumento della Fontana, la Villa Comunale ed il Monumento dell'emigrante, ad Ari la Fontana della Vita, a Popoli Piazza della Libertà, ad Anversa degli Abruzzi il Borgo di Castrovalva, a
Canistro il Palazzo del Comune, a San Valentino Fontana Giulia.

LE INIZIATIVE DELLE OASI ABRUZZESI

Nelle Oasi sono state organizzate molte iniziative. Nella suggestiva cornice di Anversa degli Abruzzi (AQ) l'Oasi delle “Gole del Sagittario”, in collaborazione con l'Osservatorio mobile “Heliomania”, organizza il “Laboratorio delle Stelle”, una serata osservativa della luna, delle stelle e dei pianeti con telescopio guidata dal dott. Walter Perconti, fisico dell'ISPRA (Istituto Superiore per l'Ambiente) di Roma.
A Borrello (CH) a partire dalle 17.30 passeggiata ecologica nell'Oasi delle Cascate del Verde , aperitivo e cena a lume di candela presso il Ristorante omonimo.
Ad Atri (TE) alle 18 ci sarà la proiezione del film “The Age of stupid” alla quale seguirà lo spegnimento di Piazza Duchi d'Acquaviva ed una cena a lume di candela all'Osteria Zedi nel centro storico di Atri.
Anche nell'Oasi di Popoli (PE) nello chalet “Capo Pescara” all'ingresso della Riserva “Sorgenti del Pescara” dalle 20:30 ci sarà una cena a lume di candela.

26/03/2010 15.49