Incendi: nuove procedure per i rimborsi per danni del 2007

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1723

ABRUZZO. La Giunta Regionale, su proposta dell'assessore alla Protezione Civile ha approvato la delibera nella quale vengono definite le azioni per il rimborso ai privati dei danni causati dagli incendi dell'estate 2007 che interessarono molti comuni abruzzesi.

«Dalle verifiche effettuate è emersa», spiegano dalla Regione, «una generale carenza della documentazione presentata dai Comuni rispetto alle indicazioni emanate dalla struttura regionale di Protezione civile con le Determinazioni direttoriali n. 32/cod. DR del 04.11.2009 e n. 41/cod. DR del 16.12.2009. Per il controllo della regolarità e della completezza della documentazione, abbiamo predisposto i provvedimenti necessari. In questo modo verrà delegato ai Comuni il completamento dell'istruttoria per la verifica dell'ammissibilità e dell'entità dei danni sulla base dei criteri già indicati dalla Regione. Dopo l'espeltamento di queste procedure, il cui esito dovrà essere trasmesso alla struttura regionale competente, potranno essere erogati i contributi ai privati beneficiari».
I ritardi sono dovuti in primo luogo alle elezioni regionali anticipate e, successivamente al sisma del 6 aprile che di fatto ha rallentato le procedure tecnico- amministrative.
Ad oggi, risultano erogati oltre 500.000 euro.
Ne restano circa 2.000.000 di euro come contributo ancora da erogare in favore dei soggetti privati danneggiati dagli incendi dell'estate 2007.
«Con questo provvedimento», spiegano dalla giunta regionale, «contiamo di chiudere questo problematica che ormai si trascina da tempo. È certo che al momento non è previsto nessun rimborso per gli edifici pubblici, in quanto l'ordinanza iniziale non lo prevede. Ma ci siamo già attivati per avere l'autorizzazione, nel caso si evidenzino delle economie, a soddisfare le richieste sia dei Comuni che hanno subito danni al proprio patrimonio pubblico che quelle di Celenza sul Trigno che non era presente nell'originario elenco ma che effettivamente ha subito dei danni».
10/03/2010 11.20