Riforma delle guide turistiche: il 10 a Roma manifestano anche gli abruzzesi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2250

ABRUZZO. Rischio occupazionale per le guide turistiche abruzzesi, dichiarata la mobilitazione contro l’istituzione della guida turistica nazionale.
“NaTourArte”, l'associazione delle guide turistiche d'Abruzzo, sostiene e partecipa alla mobilitazione indetta dalle Guide Turistiche italiane per contestare la proposta del Governo di trasformare le guide turistiche provinciali e regionali in guide nazionali.
La presidente di NaTourArte, Maria Domenica Fracassi, lancia l'allarme per la penalizzazione, dal punto di vista economico-professionale, che subirebbero le guide turistiche abruzzesi. L'istituzione della guida turistica nazionale, in territori caratterizzati da località minori come l'Abruzzo, si tradurrebbe nell'ennesima falcidiata di posti di lavoro.
La manifestazione si svolgerà a Roma, in Piazza SS. Apostoli, il 10 dicembre 2009 alle 10:30 , organizzano Federagit guide di Roma e Sngt Centro guide Roma.
«Nelle località minori sono possibili nuovi turismi che le località già impattate dal turismo di massa non possono offrire. La valorizzazione dei cosiddetti nuovi turismi», sostiene la presidente di NaTourArte Fracassi, «è inscindibile dalla capacità professionale della guida di usare le giuste chiavi per trasferire emozioni e conoscenze, identità e autenticità di un territorio, dunque di offrire servizi di visitazione all'altezza dei complessi bisogni del turista, in un'ottica di turismo sostenibile. Per le guide turistiche la perdita di specificità territoriale – che è un valore e non un limite – costituirebbe un'anomala controtendenza rispetto alle politiche di sviluppo locale condivise a livello europeo».
Il Ministro Brambilla e il Ministro Ronchi vorrebbero modificare la legislazione vigente, istituendo la figura professionale della Guida Nazionale.
Se così fosse le guide turistiche finora abilitate e preparate sul patrimonio di una Provincia o di una Regione, potrebbero esercitare sull'intero territorio nazionale senza averne un'adeguata preparazione.
Si rischierebbe, quindi, secondo l'associazione abruzzese, «un inevitabile scadimento della qualità del servizio offerto al turista e il confondersi delle due distinte figure professionali di Guida e Accompagnatore».
Durante la manifestazione del 10 dicembre le guide turistiche racconteranno la propria città e i propri monumenti.
Alla manifestazione hanno aderito: A.N.G.T. Assoc. Naz. Guide Turistiche; Confesercenti- Federagit: Federazione Accompagnatori e Guide Turistiche; CGIL- Filcams; S.N.G.T. Sindacato Naz. Guide Turistiche - Fisascat CISL
09/12/2009 9.07