Acqua. La giunta Chiodi approva l’Ato unico. Ora c'è il consiglio regionale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3849

ABRUZZO. La giunta regionale, su proposta dell'assessore Angelo Di Paolo, nella seduta di ieri ha approvato il disegno di Legge regionale sull’Ato unico per il servizio idrico.


Il disegno è quello denominato: “Norme in materia di Servizio Idrico Integrato nella Regione Abruzzo” che verrà sottoposto a breve all'approvazione del consiglio regionale.
Si tratta di un disegno di legge che definisce un unico Ambito territoriale ottimale coincidente con i confini della Regione, in cui rientrano i 305 Comuni abruzzesi.
La normativa nasce dall'esigenza di consentire che venga portata a termine l'attività del Commissario attualmente in corso.
«Il disegno di legge – ha commentato l'assessore Di Paolo – è composto da un solo articolo e prevede in particolare la delimitazione di un unico Ambito Territoriale Ottimale. Riafferma i principi ed i criteri a cui deve ispirarsi la gestione del servizio idrico ovvero economicità, efficienza ed efficacia. Era divenuto ormai urgente e improcrastinabile portare a termine la riforma come previsto dalla L.R. 37/2007. La costituzione dei quattro enti non corrispondeva agli obiettivi di programma dell'attuale governo».
I dettagli della legge verranno illustrati giovedì prossimo, 5 novembre anche dal Presidente della Regione, Gianni Chiodi.

03/11/2009 9.27