Rifiuti. Rinnovato l’accordo tra Regione e Conai

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2505

ABRUZZO. L’accordo precedente ha avuto ottimi risultati così la regione ha deciso di rinnovarlo per altri tre anni.


L'assessore all'Ambiente, Daniela Stati, ed il vicedirettore generale del Conai, (Consorzio Nazionale Imballaggi), Walter Facciotto, ieri mattina a Pescara, nella sede della Regione, hanno siglato un secondo protocollo d'intesa della durata di tre anni (2009-2012) finalizzato all'ottimizzazione del recupero e riciclo dei rifiuti di imballaggio provenienti dalla raccolta differenziata.
«Visti gli ottimi risultati raggiunti con la sigla del primo protocollo», è stato detto, le parti hanno infatti deciso di proseguire e rilanciare la collaborazione avviata nel 2006.
La nuova intesa 2009-2012 rappresenta uno strumento utile al raggiungimento di due importanti finalità: incrementare i livelli di raccolta differenziata di imballaggi e di rifiuti di imballaggio perseguendo le percentuali stabilite dalla normativa, nazionale e regionale in vigore e promuovere, attraverso l'implementazione di specifiche azioni che coinvolgano i diversi attori locali e la sottoscrizione di eventuali accordi volontari, sistemi di raccolta differenziata volti a migliorare la qualità dei servizi e il conseguente avvio a riciclo dei materiali.
«E' necessario, - afferma l'assessore Stati - che la Regione Abruzzo faccia un salto di qualità sulla raccolta differenziata. Per raggiungere gli obiettivi di legge, c'è bisogno di un maggior impegno da parte di tutte le istituzioni e degli operatori coinvolti. L'accordo Regione Abruzzo-Conai rappresenta un valido strumento per sperimentare ed attuare azioni innovative sul nostro territorio e per garantire il massimo recupero alle frazioni merceologiche di rifiuti raccolti con sistemi differenziati».
Le parti si concentreranno sin da subito su tre aree tematiche ritenute prioritarie: ecofiscalità (attuazione del sistema ECOCARD), analisi dei flussi dei rifiuti (attività di monitoraggio delle quantità effettive di imballaggi presenti nei diversi flussi di rifiuti, sia nella raccolta differenziata e CDR, sia nel rifiuto indifferenziato destinato allo smaltimento in discarica), infine analisi delle piattaforme e delle stazioni ecologiche (incremento della quantità ma soprattutto della qualità dei materiali conferiti attraverso un'analisi dei punti di debolezza dei convenzionamenti delle piattaforme ecologiche e delle stazioni ecologiche).
In particolare la Regione si impegna, con il sostegno del Conai, alla realizzazione di un progetto pilota denominato "ECOCARD": il progetto rientra nel sistema di fiscalità ecologica che la Regione Abruzzo propone ai Comuni di realizzare per premiare le buone pratiche ambientali ed incentivare le attività di riciclo dei cittadini: l'ECOCARD «permetterà infatti di ricevere uno sconto sulla tassa o tariffa, in proporzione alla quantità di rifiuti che verranno conferiti nelle 4 stazioni ecologiche, una per Provincia, che la Regione ha in programma di realizzare».
«Siamo soddisfatti dell'attività svolta insieme alla Regione Abruzzo - ha dichiarato il vicedirettore del Conai Walter Facciotto - per questo, abbiamo deciso di rinnovare l'impegno, per favorire al massimo la destinazione dei rifiuti di imballaggio a risorsa recuperabile attraverso il riciclo. Nell'ambito di questa intesa, infatti, CONAI rappresenta la garanzia che tutti i rifiuti di imballaggio come acciaio, alluminio, carta, plastica, legno e vetro, provenienti dalla raccolta differenziata, vengano effettivamente avviati a realtà industriali in grado di trasformarli in materia prima seconda utilizzabile in nuovi cicli produttivi».



I DATI DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

A livello di risultati, nel corso dell'ultimo anno la Regione Abruzzo ha visto un interessante miglioramento nella raccolta differenziata degli imballaggi.
Dal 2007 al 2008, infatti, la raccolta e l'avvio al recupero dei rifiuti di imballaggio conferiti al Sistema Consortile, sono aumentati del 18,39%.
A fronte di tali incrementi, i Comuni (o le società di raccolta delegate dai Comuni) convenzionati sulla base dell'Accordo nazionale ANCI-CONAI, hanno ricevuto dal Sistema CONAI-Consorzi, corrispettivi economici pari a euro 4.208.590 Euro.
Per i comuni della provincia dell'Aquila il corrispettivo economico è stato di 870 mila euro, per quelli della provincia di Chieti di 1 milione 39 mila euro, per la provincia di Pescara di 1 milione 42 mila euro e per quella di Teramo di 1 milione 256 mila euro.
Ad ulteriore supporto dell'iniziativa verranno sviluppate campagne di comunicazione, di informazione e di sensibilizzazione rivolte ai cittadini, attività di promozione del mercato dei prodotti riciclati e di prevenzione nella produzione dei rifiuti.
A garanzia del funzionamento complessivo dell'accordo verrà costituito un Comitato Tecnico costituito da rappresentati della Regione Abruzzo, delle Province/ATO, del CONAI e di tutti i Consorzi di filiera.

11/09/2009 17.23