Una donna alla guida dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4678

Una donna alla guida dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso
TERAMO. Entrerà in carica domani, mercoledì 9 settembre la prima donna chiamata a dirigere il più grande centro sotterraneo di ricerca astroparticellare del mondo.
Lucia Votano, 61 anni, all'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare dal 1976, da domani sarà il nuovo direttore dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso, fiore all'occhiello della ricerca scientifica italiana.
Il Gran Sasso attira ogni anno centinaia di ricercatori da tutto il mondo che scelgono di venire a fare scienza in una struttura italiana di altissima qualità.
La decisione di affidare a Lucia Votano la guida dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso è stata presa nel giugno scorso dal Consiglio direttivo dell'Infn.
Negli ultimi anni i Laboratori sono stati diretti dal professor Eugenio Coccia che ha terminato il suo mandato.
Prima donna a dirigere uno dei quattro grandi laboratori nazionali dell'Infn (gli altri sono quelli di Frascati, di Legnaro vicino a Padova e di Catania), Lucia Votano ha cominciato la sua carriera scientifica all'interno dei Laboratori Nazionali di Frascati dell'Infn.
E' stata poi promossa primo ricercatore nel 1988 e direttore di ricerca nel 2000.
Nel corso della sua carriera scientifica ha partecipato alla realizzazione di importanti esperimenti internazionali al Cern di Ginevra e al laboratorio Desy ad Amburgo, in Germania e negli stessi Laboratori del Gran Sasso.
«I Laboratori Nazionali del Gran Sasso hanno una posizione di leadership mondiale nella fisica delle astroparticelle, disciplina che negli ultimi 10 anni ha avuto uno sviluppo eccezionale – spiega Lucia Votano - mi trovo quindi con una ricca “eredità”. Una delle prime sfide come nuovo direttore sarà proprio quella di preservare e migliorare questa leadership».
Il centro di ricerca del Gran Sasso si trova a oltre mille metri sotto la montagna abruzzese.
E' il piu' grande laboratorio sotterraneo del mondo.
E' sede di esperimenti di rilevanza internazionale come il Cngs, il flusso di neutrini "lanciato" dal laboratorio europeo del Cern di Ginevra e ricevuto - dopo circa 700 chilometri di viaggio - dall'esperimento Opera (di cui Lucia Votano ha presieduto il Collaboration Board, l'organo decisionale costituito dai rappresentanti di tutti gli Istituti partecipanti) e presto anche dall'esperimento Icarus ideato dal premio Nobel, Carlo Rubbia.

08/09/2009 11.55