Chiodi:«rinvio tecnico per nomine degli enti»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3421

ABRUZZO. «Il rinvio delle nomine di commissari e direttori degli enti strumentali in Consiglio regionale é stato determinato da un fatto tecnico e non politico».


Così il presidente della Giunta regionale d'Abruzzo, Gianni Chiodi, ha commentato il rinvio del punto più importante dell'ordine del giorno della seduta ordinaria che si é conclusa nel pomeriggio all'Aquila.
L'assemblea avrebbe dovuto nominare commissari e direttori in vari enti commissariati ieri, tra cui Ater, Adsu, Aret, Arta, Aptr, Arssa.
«Le nomine saranno effettuate con procedure alternate - ha spiegato il presidente -, con un decreto del Presidente del Consiglio per quelle di competenza dell'assemblea, con uno del presidente della Giunta per quelle di competenza dell'esecutivo. Naturalmente, alla base ci sarà un accordo politico».
Chiodi ha sottolineato che «sulle indicazioni sono stati d'accordo anche i consiglieri di opposizione» e ha ricordato che le nomine si baseranno «sui principi di capacità, professionalità e merito, come abbiamo già fatto con i commissari nei consorzi e i consigli di amministrazione nelle aziende di trasporto, operazione nella quale si è percepito il percorso di meritocrazia».
Il presidente ha poi annunciato che il commissario del consorzio industriale dell'Aquila sarà un esterno, dopo che nei restanti cinque è stata scelta la soluzione interna con cinque dirigenti regionali, «per la particolare situazione legata al sisma, per la quale deve essere nominato un uomo scelto dagli aquilani».


CONSIGLIO ABRUZZO: VIETATO CUMULO INDENNITA' PICCOLI COMUNI

Il Consiglio regionale, nella seduta ordinaria, ha approvato una legge denominata "disposizioni di carattere urgente e indifferibile", che tra l'altro pone il divieto alla cumulabilità delle indennità anche per gli amministratori dei Comuni con meno di cinquemila abitanti, come da impugnativa del Governo dinanzi alla Corte Costituzionale.
La legge, definita una "mini omnibus" quasi senza spese, dispone proroghe per rendicontazioni e scadenze in enti pubblici nelle zone terremotate.
Il Consiglio regionale ha anche approvato la proposta di legge sulla tutela dai danni derivanti dall'amianto «che è solo una legge di principio non essendoci la copertura finanziaria», ha commentato il capogruppo dell'Idv, Carlo Costantini. L'assemblea ha licenziato il bilancio dell'Ente Fiera di Lanciano e la legge sulle piccoli esercizi nelle aree demaniali marittime che dà ai Comuni la possibilità di rilascio delle licenze.

22/07/2009 11.54