Agevolazioni fiscali con Ecocard per chi ricicla

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1906

PESCARA. Agevolazioni fiscali per i cittadini che avvieranno a riciclo i rifiuti. E' il sistema, denominato ECOCARD, voluto e presentato questa mattina in conferenza stampa dall'assessore all'Ambiente, Daniela Stati.
«La direttiva regionale - ha spiegato l'Assessore - prevede che ai cittadini venga fornita una carta magnetica su cui saranno registrati dei "punti ecologici" in rapporto alle quantità/qualità dei rifiuti riciclabili che saranno conferiti agli impianti. I Comuni potranno ulteriormente personalizzare il sistema di accredito, ma il regolamento impone, comunque, di introdurre un sistema di premialità. Perchè la finalità - ha specificato Stati - è proprio quella di premiare quei cittadini che, con la loro collaborazione ci aiuteranno ad inserire il rifiuto nel circolo del riciclaggio, consentendoci di raggiungere grandi risultati nella raccolta dei rifiuti».
La Regione sta promuovendo l'organizzazione di sistemi domiciliari di raccolta differenziata («porta a porta» e/o «di prossimità»), più efficaci per raggiungere gli obiettivi di legge e la creazione di una "Rete regionale" di Stazioni ecologiche e di Centri di raccolta (rispettivamente autorizzati dalle Province e dai Comuni).
Le Stazioni ecologiche ed i Centri di raccolta sono aree recintate e vigilate dagli operatori dei servizi d'igiene urbana che svolgono una funzione di integrazione e supporto ai servizi di RD, al fine di consentire una migliore e maggiore intercettazione dei rifiuti riciclabili, spesso costituiti anche da rifiuti ingombranti, beni durevoli (RAEE), rifiuti urbani pericolosi come batterie, oli minerali, e quant'altro.
Attualmente la "Rete regionale" in fase di realizzazione è costituita da 10 stazioni ecologiche in esercizio e 30 in fase di autorizzazione o realizzazione da parte degli Enti preposti.
Alcuni di questi impianti sono stati co-finanziati dalla Regione attraverso il Piano regionale Ambientale - Prttra 2006-2008, e si prevedono agibili entro il 2010/2011.
Il sistema Ecocard rientra tra i progetti di fiscalità ecologica che saranno realizzati in collaborazione con il Consorzio Nazionale Imballaggi (CONAI), con il quale la Regione sta per definire un accordo di programma. «E' necessario che ai cittadini che attuano buone pratiche ambientali, secondo gli indirizzi di legge, siano riconosciuti bonus fiscali - ha tenuto a ribadire Franco Gerardini, dirigente del Servizio regionale Rifiuti, presente in conferenza stampa - non è possibile che si mettano tutti sullo stesso piano nel pagare la TARSU o la TIA. E' necessario dare una svolta qualitativa ai servizi di igiene urbana, fornendone di più efficaci ed economici in cui i cittadini si sentano protagonisti e vedano riconosciuti gli sforzi collaborativi per città più pulite ed ordinate».
«Le card si ottengono attraverso un regolamento che daremo a tutti i Comuni - ha ripreso l'assessore Stati - che a loro volta decideranno il sistema di consegna. Un grazie anticipato ai cittadini che vorranno dare una mano. Il nostro è un piccolo segnale - ha concluso - ma sicuramente un aiuto, per chi otterrà più punti, a pagare meno tasse».

07/07/2009 16.52