La giunta regionale approva bilancio 2009: restrizioni per nuove assunzioni

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2570

ABRUZZO. La Giunta regionale ha approvato il Bilancio di previsione 2009. L'iter prevede ora il passaggio immediato del provvedimento alle Commissioni consiliari prima della approvazione definitiva in Consiglio regionale.
Sono pari a 2 miliardi 807 milioni di euro le entrate complessive. Alla spesa sanitaria vengono destinati 2 miliardi 212 milioni di euro.
Il totale delle spese dei settori della Regione ammonta, invece, a 460 milioni di euro, di cui 31 milioni sono relativi agli enti strumentali della Regione.
Per le funzioni delegate agli Enti Locali la spesa è di 12 milioni di euro.
«E' un Bilancio rigoroso e fortemente condizionato dalla pesante situazione ereditata. Per questo - ha dichiarato il Presidente della Regione, Gianni Chiodi - abbiamo fatto il massimo possibile cercando di salvaguardare gli aspetti sociali ed in particolare le esigenze di categorie svantaggiate come gli anziani, i diversamente abili e coloro che sono sulla soglia della povertà. Inoltre, è stato ridotto l'utilizzo delle economie vincolate senza mettere le mani nelle tasche dei cittadini abruzzesi. Le politiche si sviluppo - ha continuato Chiodi - sono assicurate dai fondi nazionali e da quelli comunitari».
Il totale complessivo degli importi relativi a tali fondi che, non sono iscritti nel Bilancio ma che nei prossimi cinque anni potranno essere intercettati dal territorio abruzzese, è di circa 2 miliardi 400 milioni di euro.
«Per la prima volta - ha sottolineato l'assessore Masci - si è determinata un'autentica armonizzazione del Bilancio regionale con i fondi strutturali comunitari e con quello nazionale relativo alle aree sottoutilizzate. Inoltre, siamo intervenuti su settori come quelli della Cultura, del Sociale e dello Sport, che erano stati totalmente trascurati dal Bilancio approvato a dicembre dalla precedente Giunta. Si tratta, quindi, di un Bilancio equilibrato soprattutto alla luce della situazione di oggettiva difficoltà che vive oggi la regione. Uno strumento finanziario che introduce misure di contenimento e di razionalizzazione della spesa ma che, al tempo stesso, eliminando sacche di inefficienza ed uscite improduttive e puntando su innovazione e sulla valorizzazione di diverse eccellenze, - ha proseguito Masci - può davvero trasformarsi in un nuovo volano per la nostra economia attraverso un utilizzo oculato delle risorse. In particolare, attraverso un lavoro serio e meticoloso - ha aggiunto - che ha visto collaborare a stretto contatto la Giunta con il presidente della Commissione Bilancio, Emilio Nasuti, e con i consiglieri di maggioranza, si è operato in modo tale da evitare, da qui alla definitiva approvazione del Bilancio, gli abituali e deprecabili sforamenti di spesa come avvenuto in passato. Sono fiducioso - ha concluso - che il lavoro della Commissione Bilancio si rivelerà più rapido e snello».
Tra le novità introdotte segnalate dall'assessore, la riapertura dei termini per la sanatoria dei sottotetti con l'inserimento di agevolazioni per le Onlus che utilizzano immobili per il ricovero degli anziani, delle famiglie in gravi difficoltà economiche e delle persone diversamente abili.
Nel provvedimento è inserita per la prima volta la norma che impedisce agli Enti strumentali ed alle agenzie regionali di assumere personale senza il preventivo parere della Giunta regionale.
Infine, tra le norme aventi rilevanza sociale, sono previste l'erogazione di contributi «a beneficio di associazioni di volontariato che forniscono beni alimentari gratuiti a persone in stato di povertà e la gratutità della mobilità delle persone diversamente abili».


30/03/2009 18.45