Giochi 2009, Pescante torna sui suoi passi: «canottaggio sul lago di Bomba»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1384

PESCARA. Allarme rientrato: le gare di canottaggio dei prossimi Giochi del Mediterraneo si terranno regolarmente a Bomba. Dopo una settimana di dichiarazioni che mandavano in tutt’altra direzione, ieri l’annuncio ufficiale del commissario Mario Pescante.

La commissione nominata nei giorni scorsi dal commissario si è riunita ieri sul lago Di Bomba e ha confermato lo svolgimento delle gare.
L'incontro, tenutosi presso la zona che sarà interessata dai Giochi, si e' svolto alla presenza dell'assessore Antonio Tamburrino per la Provincia di Chieti e Arturo Scopino presidente della Comunità Montana di Villa S.Maria.
La commissione ha verificato, così come incaricata - spiega il presidente della Provincia Coletti - gli aspetti giuridici, tecnici ed organizzativi legati allo svolgimento dei giochi nella zona individuata, ha dato il proprio parere positivo confermando lo svolgimento delle gare sul lago di Bomba riconfermando a sè la realizzazione delle opere di propria competenza.
«E' chiaro - dichiara il presidente della Provincia di Chieti Tommaso Coletti - che la querelle apertasi ha rappresentato solo un momento di disturbo immotivato allo svolgimento dei lavori avviati già da tempo dall'Ente da me amministrato anche oltre gli accordi, e alla serenità degli abitanti e degli operatori economici del territorio che come noi già hanno compiuto numerosi investimenti in vista delle gare».
Per quanto riguarda le opere di competenza della Provincia «nulla in questi giorni si e' fermato», assicura Coletti, « proprio perchè sicuri della assoluta insussistenza di qualsivoglia dubbio sull'adeguatezza del lago di Bomba ad ospitare i giochi; tutto continua così come programmato e previsto per assicurare l'assoluto rispetto dei tempi utili per lo svolgimento delle gare di canoa e canottaggio. Inutile - conclude Coletti - sottolineare la mia personale soddisfazione per il chiarimento di questa spiacevole oltrechè inutile vicenda che ha solo distolto l'attenzione dagli effetti evidentemente positivi legati allo svolgimento di una manifestazione così importante in un territorio che in questa iniziativa vede possibilità di crescita e sviluppo».

13/03/2009 9.49